Canottieri Mincio, manca il quorum: assemblea riconvocata e votazioni da rifare

Nuovo appuntamento fissato per il 12 luglio, le urne virtuali si riapriranno dal 6 al 10 lugli

MANTOVA. Sono stati solo 844 i soci della Canottieri Mincio che hanno conferito delega di voto al notaio Paola Galassi, per la prima convocazione dell’assemblea sociale ordinaria e straordinaria. Troppo pochi, ben lontani dal numero necessario per raggiungere il quorum che avrebbe consentito di proseguire l’assemblea e di aprire l’urna con i voti elettronici per l’elezione del nuovo cda, per l’approvazione del bilancio 2019 e del nuovo statuto.

Si andrà, dunque, alla seconda convocazione, il 12 luglio, in cui saranno sufficienti 1.427 deleghe (un quinto dei soci). Nella sede di Cittadella, questa mattina (domenica 28 giugno), erano presenti il presidente Massimo Dal Forno, i sindaci Patrizia Geremia (presidente) ed Elvira Mengazzoli, il delegato unico Paola Galassi e il segretario Pierpaolo Barosi.

«Ringrazio i soci che hanno votato – ha commentato Dal Forno – partecipando alla vita sociale. Sono soddisfatto del lavoro svolto, il sistema che abbiamo creato funziona e confido nel senso di responsabilità dei soci per ottenere il raggiungimento del quorum in seconda convocazione. Invito tutti a votare in modo analitico, approfondendo la questione delle modifiche allo statuto leggendo il materiale disponibile sul sito della società. Mi sono state riferite voci molto curiose, ne cito una su tutte: votando sì a questo statuto la società potrebbe essere venduta agli americani. Vorrei tranquillizzare quanti ci avessero creduto; non è vero. Votando no, invece, ogni socio sarà chiamato a restituire la propria parte pro-capite relativa alle perdite dal 2017 al 2019 (circa 50 euro a testa)». Nessun accenno, invece, alle polemiche degli ultimi giorni su presunte violazioni della segretezza del voto sollevate da qualcuno, peraltro rimasto anonimo.

A questo punto, per rendere valida la seconda convocazione sarà necessario che esprimano il proprio voto, conferendo la delega al notaio, altri 583 soci. Le urne “virtuali” si riapriranno il 6 luglio per chiudersi il 10. Chi ha già votato potrà modificare il proprio voto, mentre chi non l’ha ancora fatto potrà farlo sia da casa, collegandosi al sito canottieri.com e accreditandosi col proprio pin, ricevuto con la lettera di convocazione, sia dalle postazioni allestite in sede.

Video del giorno

Il primo Airbus A340 atterra in Antartide, l'impresa epocale della Hi Fly apre la via del turismo

La guida allo shopping del Gruppo Gedi