Mantova: la bottega delle favole per vincere la paura del Covid

Video con pupazzi animati inviati dal consultorio di Suzzara ai bambini costretti in casa nel periodo del lockdown. Ecco l'idea di tre psicologi per rimediare a pigrizia, ansia e irritabilità dei più piccoli. E le mamme ringraziano

MANTOVA. Dalla bottega delle favole al bosco delle emozioni dove rifugiarsi per vincere paure, rabbia e pigrizia, sentimenti e situazioni che con i mesi di reclusione trascorsi in casa hanno cambiato la vita a molte famiglie. E soprattutto nei rapporti tra genitori e figli piccoli. Così dal consultorio di Suzzara dell’Asst di Mantova è arrivato un supporto psicologico per mamme e bimbi fra i 3 e i 4 anni. Come?

Mantova, la bottega delle favole per vincere la paura del Covid: il bradipo Braddy

Attraverso alcuni video con favole animate inventate da un pool di giovani psicologi coordinati da Paolo Breviglieri, psicologo e psicoterapeuta da anni in servizio al consultorio suzzarese. I protagonisti delle fiabe sono Teddy, un orsetto in pigiama, e Braddy, un bradipo snodato. E la cosa sembra aver fatto bene a mamme e bimbi, a giudicare dai tanti messaggi di ringraziamento inviati dalle famiglie al laboratorio.

Mantova, la bottega delle favole per vincere la paura del Covid: l'orso Teddy

L’obiettivo del progetto “Il bosco delle emozioni”, pubblicato in queste ore sull’ultimo numero di Mantova Salute, la rivista dell’Asst di Mantova, è quello di imparare a gestire con le favole gli stati d’animo in situazioni particolari di stress. Un linguaggio semplice e diretto, ovviamente a distanza, per arrivare ai più piccoli, che costretti in casa per lunghe settimane hanno visto complicarsi in alcuni casi i rapporti con i genitori.

“Durante questo periodo di lockdown – spiega Paolo Breviglieri - abbiamo dovuto fare tutti molti sforzi creativi per cercare di venire incontro alle necessità dei pazienti. Tra gli altri aspetti, ci siamo posti l’obiettivo di dare supporto alle giovani mamme che erano a casa con bambini, magari senza giardino e con la necessità di gestire gli stati emotivi dei loro figli. Usando i colloqui in remoto, con alcuni collaboratori, abbiamo iniziato ad intrattenere i bambini con dei pupazzi che animavamo. Lo scopo era quello entrare in contatto con loro e costruire una seduta di gioco per poter elaborare insieme alle loro mamme i momenti di difficoltà che stavano vivendo”.

I genitori, durante i colloqui, hanno raccontato i loro problemi emotivi: nervosismo, irritabilità, pigrizia, paure, tristezza e altri stati d’animo scaturiti dal lungo periodo di isolamento. Le video-fiabe, realizzate dalla psicologa Sara Benatti (Braddy) e dal tirocinante psicologo Jacopo Bo (Teddy), hanno affrontato diversi temi per aiutare il bambino a fronteggiare alcune emozioni particolarmente impegnative. L’obiettivo è stato quello di suggerire comportamenti e modalità di reazione utili in questi momenti. Le mamme hanno potuto scaricare i filmati e li hanno proposti ai loro figli nei momenti desiderati. Tre i temi cardine delle favole: gestire la rabbia, vincere la paura, superare la pigrizia. “Per chi fosse interessato a ricevere altre favole emotive – conclude Breviglieri - può contattare il nostro laboratorio di fiabe, ne possiamo costruire anche su misura delle esigenze dei nostri piccoli amici”.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi