Strada piena di buche: monta la protesta a Pomponesco

La spina nel fianco dei residenti di via Torre d’Oglio è l'asfalto colabrodo: buche e avvallamenti in cui inciampa il traffico provocando rumori a tutte le ore. Il sindaco: «Sto cercando da un mese il presidente della Provincia ma non riesco a contattarlo»

POMPONESCO. Un anno di segnalazioni, richieste, appelli. Rimasti tutti lettera morta. Tanti sono i tentativi di ottenere un intervento di palazzo di Bagno sulla provinciale, quante le proteste dei residenti, che hanno perso il sonno e la pazienza. La spina nel fianco dei residenti di via Torre d’Oglio,nel tratto di Pomponesco, è la strada colabrodo: buche e avvallamenti su cui inciampa il traffico provocando rumori a tutte le ore del giorno e della notte.

«Quel pezzo di strada è impraticabile. Essendo una statale molto trafficata soprattutto da autocarri è invivibile, quando passano trema tutta la casa» si sfoga una residente.

Condivide la protesta l sindaco di Pomponesco, Giuseppe Baruffaldi, che con il passare dei mesi ha visto sfumare la possibilità di un intervento della Provincia. «Dopo mille rinvii  i avevano promesso di riasfaltare entro l’anno, ma abbiamo già capito che non se ne farà nulla». L’unico intervento è stata la “pittura” delle righe , «ma i residenti l’hanno considerata un po’ una presa in giro. Sto cercando da un mese il presidente della Provincia, ma non riesco a contattarlo».

La guida allo shopping del Gruppo Gedi