La piscina di Pegognaga si prepara ad aprire

Se tutto procederà per il verso giusto, tra trattamento delle acque e manutenzione della pavimentazione, la piscina potrà riaprire sabato 11 luglio. Intanto, il Consorzio Oltrepò Mantovano ha trascritto la proposta per la gestione della piscina comunale, per il periodo compreso tra il luglio 2020 e agosto 2021

PEGOGNAGA. Se tutto procederà per il verso giusto, tra trattamento delle acque e manutenzione della pavimentazione, la piscina potrà riaprire sabato. Intanto, il Consorzio Oltrepò Mantovano ha trascritto la proposta per la gestione della piscina comunale, per il periodo compreso tra il luglio 2020 e agosto 2021. La decisione è infatti propedeutica al Comune di Pegognaga per l’aggiudicazione definitiva e la predisposizione del relativo contratto. Il termine per la presentazione delle offerte, nella gara che ha avuto una durata in forma ridotta di 15 giorni, era quella del 2 luglio scorso sulla piattaforma telematica Sintel e ha visto la presentazione di una sola offerta, ritenuta valida, effettuata dall’operatore economico Mako Group srl.

La società ha sede a Viadana ed è composta dagli attuali gestori degli impianti natatori di Viadana e Bozzolo, i quali avranno in gestione diretta anche il chiosco bar della piscina esterna di Pegognaga. «Un esito non scontato – afferma il sindaco Zilocchi – visto che l’emergenza Covid ci ha obbligato a revocare il precedente bando il quale era studiato per garantire una gestione in condizioni ordinarie. La capacità di reazione dell’ente comunale è stata quindi fondamentale e oggi ciò che conta è poter riaprire l’impianto in totale sicurezza. Come amministrazione comunale non ci siamo tirati indietro e abbiamo effettuato i necessari lavori di manutenzione funzionale al riavvio utilizzando come risorse un capitolo di spesa che era originariamente previsto per il teatro tenda, risorse che erano a tutti gli effetti improduttive già con la precedente amministrazione». Le risorse cui fa riferimento il sindaco Zilocchi, ammontano a 60mila euro, che dovevano essere utilizzate per realizzare un anello antincendio del teatro tenda. E per liberare questi fondi, già a bilancio, amministrazione e ditta interessata hanno rescisso il contratto. —


M.P. . BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi