Mantova, rifiuti speciali in pieno Parco: rintracciato il trasgressore

Una striscia di rifiuti edili da demolizione lunga più di quaranta metri e larga un metro nel tratto sterrato di strada del Corriere in pieno Parco del Mincio. Uno scempio ambientale che ha visto gli agenti del Nucleo di polizia ambientale di Borgo Virgilio risalire al colpevole, costringendolo a smaltire quei rifiuti speciali pericolosi di tasca propria

BORGO VIRGILIO. Una striscia di rifiuti edili da demolizione lunga più di quaranta metri e larga un metro nel tratto sterrato di strada del Corriere in pieno Parco del Mincio. Uno scempio ambientale che ha visto gli agenti del Nucleo di polizia ambientale di Borgo Virgilio risalire al colpevole, costringendolo a smaltire quei rifiuti speciali pericolosi di tasca propria. La vicenda si apre con una segnalazione. Viene effettuato un sopralluogo, durante il quale gli agenti verificano la presenza di sedici quintali di materiali disseminati a fianco della strada per decine di metri. In prevalenza pezzi di cemento, forati e pietra, in parte nascosti dall'erba. Le indagini hanno portato in pochi giorni all'individuazione del trasgressore, residente a Borgo Virgilio. Per lui una sanzione di 600 euro con obbligo del ripristino ambientale. Un obbligo ottemperato dal colpevole di abbandono nei giorni successivi, con il recupero e il conferimento del materiale in un centro di raccolta e smaltimento rifiuti tramite un'azienda specializzata iscritta all'Albo nazionale gestori ambientali. Il Nucleo di polizia ambientale, operativo a Borgo Virgilio dal 2015, è un’unità della polizia locale specializzata in controlli a tutela della salute pubblica e dell’ambiente

La guida allo shopping del Gruppo Gedi