Caso Dentix: l’Andi offre la tutela legale

Mantova, l’associazione dei dentisti: «Pronti a un’iniziativa gratuita a favore di clienti, dipendenti e professionisti danneggiati»

MANTOVA. C’è chi ha ancora i ferri in bocca, chi la protesi o una capsula provvisoria, o comunque delle cure da concludere. E, beffa nella beffa, la maggior parte è anche costretta a continuare a pagare le rate del finanziamento, ottenuto a suo tempo per terapie odontoiatriche mai portate a termine. A sostenere le centinaia di pazienti rimasti sgomenti davanti alle porte chiuse dei centri Dentix – che hanno interrotto l’attività ai primi di giugno a fronte di un debito finanziario insostenibile – ci sono non solo le associazioni di consumatori ma anche l’Andi, l’Associazione nazionale dentisti italiani.

Come Federconsumatori e Adiconsum, Andi promuove un’iniziativa legale, una sorta di patrocinio gratuito, ai clienti Dentix e ai dipendenti e professionisti rimasti senza lavoro. Questo mentre si attende l’esito dell’ultimo passo fatto da Dentix Italia che ha presentato in tribunale la richiesta di concordato preventivo per«arrivare alla riapertura delle cliniche in condizioni di sicurezza, di prestare le cure necessarie ai pazienti, ristrutturare il debito finanziario e tutelare creditori, dipendenti e collaboratori».

«L’Associazione nazionale dentisti italiani – dice una nota inviata da Maurizio Andreasi Bassi, presidente Andi Mantova – nel rilevare la deplorevole situazione seguita alla crisi innestata dal caso Dentix, intende fornire un segnale di concreta vicinanza ai cittadini-pazienti coinvolti, ponendo a loro disposizione un servizio di consulenza gratuita diretta a proporre azioni di tutela collettiva per arginare danni e pregiudizi subiti».

«Sono moltissimi i cittadini che dopo il lockdown hanno trovato chiusi i centri dov’erano in cura – osserva il comunicato dell’Andi – gli stessi collaboratori professionali e i dipendenti si vedono coinvolti nel subire gli effetti di una situazione di interruzione lavorativa e di esposizione economica». «Abbiamo deciso di sostenere le ragioni di cittadini, lavoratori e professionisti coinvolti promuovendo un’iniziativa legale – sottolinea Carlo Ghirlanda, presidente nazionale Andi – vi potranno partecipare, gratuitamente, coloro che ritengono di essere stati danneggiati». 


 

Video del giorno

Mantova, il saluto alla Mille Miglia

La guida allo shopping del Gruppo Gedi