Asili nido a Mantova: già pronte le graduatorie ma per la riapertura si naviga a vista

Sono 126 i bambini iscritti nei quattro comunali a fronte di 122 posti disponibili. Attesa per le linee guida della Regione

MANTOVA. Le graduatorie per le iscrizioni al prossimo anno scolastico sono già state pubblicate; tutto, in apparenza, sembra pronto per la ripartenza, ma ancora non si sa quando ciò avverrà. Per gli asili nido, a differenza delle altre scuole, mancano ancora la data dinriapertura e qualsiasi indicazione circa le linee da seguire in epoca Covid-19 da parte della Regione e dello Stato.

Il Comune ha già effettuato i sopralluoghi nei suoi quattro asili per verificare se si è in grado di garantire il distanziamento sociale tra i bambini o se sia necessario intervenire con qualche accorgimento o, addirittura, mettendo a disposizione altri spazi. Le notizie che arrivano dal Charlie Chaplin, dall’Emi Kelder, dal Peter Pan e dal Soncini sono confortanti. I tecnici hanno appurato che non esistono problemi di spazio e che i bambini potranno essere accolti nelle stesse aule dell’ultimo anno scolastico nel rispetto delle severe misure che si prospettano.


Esiste, però, un problema. Mancano ancora le linee guida della Regione sui nidi e i tecnici del Comune, per le loro valutazioni, si sono basati sui criteri che il Pirellone ha imposto per i Centri ricreativi estivi aperti anche ai bambini più piccoli. Quei criteri erano molto restrittivi e potrebbero essere gli stessi che verranno adottati anche per il normale anno scolastico, ma non è detto. Se, infatti, la Regione ne imponesse altri ad hoc per gli asili nido il Comune sarebbe costretto ad adeguarsi, con il rischio di dover rivedere tutto quanto predisposto finora.

Se succedesse, sarebbe un duro colpo anche per le famiglie dei bambini, già sul piede di guerra perché ancora non sanno con che modalità partirà il servizio. E questo getta nello sgomento soprattutto le mamme che lavorano e che ancora non possono organizzarsi. La giornata decisiva potrebbe essere quella di oggi visto che scade l’ultima ordinanza regionale del 29 giugno scorso che integrava le misure varate l’11 giugno. È probabile che il governatore Fontana ne emetta un’altra che contenga anche le linee guida per la riapertura degli asili nido.

Sul fronte delle graduatorie, sono 126 i bambini iscritti per la prima volta nei quattro asili nido comunali. I posti a disposizione sono 122 per cui quattro sono destinati a rimanere fuori, almeno fino ad ottobre quando poi riapriranno le iscrizioni autunnali per occupare i posti che nel frattempo si libereranno. Nessuno sarà lasciato a casa. Come è sempre successo negli anni scorsi.

L’unica lista d’attesa è al Chaplin dove a fronte di 39 posti disponibili ci sono state 65 richieste. Al Kelder le iscrizioni sono state 15, al Peter Pan 20 e al Soncini 26. Complessivamente i posti disponibili, considerando i bambini che già frequentavano gli asili comunali, sono 211, così suddivisi: Chaplin 72, Soncini 57, Peter Pan 40 e Kelder 42.

Intanto, i quattro asili nido comunali sono aperti per offrire alla città il servizio estivo. I circa 60 bambini da zero a tre anni iscritti verranno accolti sino al prossimo 14 agosto (dal 6 luglio scorso) dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 13.30, con ingressi e usciti scaglionati per mantenere il distanziamento.
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi