Scontro all’incrocio con quattro feriti ad Asola: grave una tredicenne

All’origine una mancata precedenza: la ragazzina portata in elisoccorso a Bergamo 

ASOLA. Grave incidente, nel pomeriggio del 13 luglio, nella zona industriale del paese. All’origine ci sarebbe una mancata precedenza. Due auto, dopo una violenta collisione, sono finite contro un muro. Quattro i feriti nello scontro, tra cui una ragazzina di tredici anni che è stata trasportata in codice rosso dall’elisoccorso all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo. I medici si sarebbero riservati la prognosi.

L’incidente è accaduto attorno alle 17.30 all’incrocio tra via Toscana e via Emilia, poco prima della rotatoria che conduce sulla provinciale che collega Asola a Casalromano e al Bresciano. Una zona caratterizzata da capannoni industriali e artigianali, alcuni chiusi, che si alternano ad alte staccionate. Sull’asfalto la segnaletica evidenzia obblighi di precedenza e stop per rendere sicura la viabilità. Ma in questo caso non è servito.


Due le vetture coinvolte, una Lancia Ypsilon e una Peugeot 308 sw con a bordo quattro persone, tra cui la ragazzina e il nonno. Una donna, invece, era alla guida della seconda auto.

Le vetture si sono scontrate quasi frontalmente e in modo piuttosto violento. Le altre tre persone rimaste coinvolte, oltre alla tredicenne, sono state trasportate all’ospedale di Cremona e nessuna di loro sarebbe ferita in modo grave. Fino a sera il tratto di via Toscana interessato dal sinistro è rimasto chiuso al traffico. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Mantova e i carabinieri di Asola.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi