Sgominata la banda dei finti medici che derubava gli anziani

Catturati dai carabinieri un uomo e due donne: sono i responsabili di furti in abitazione a Serravalle a Po e Bagnolo San Vito

MANTOVA. All’alba del 12 luglio, al termine di una complessa indagine coordinata dalla Procura, i carabinieri della Compagnia di Mantova hanno eseguito una misura di custodia cautelare, richiesta dalla Procura ed emessa dal giudice per le indagini preliminari, nei confronti di un uomo e due donne, tutti pregiudicati, perché ritenuti responsabili di due furti in abitazione il 30 maggio a Serravalle a Po e Bagnolo San Vito.

Non era la prima volta per la banda, che aveva adottato un suo modus operandi: i tre giravano in pieno giorno in cerca di anziani nelle vicinanze delle loro abitazioni. Una volta individuata la preda, una delle due donne l’abbordava, fingendosi il sostituto del medico curante, s'infilava in casa dove sottraeva con destrezza e rapidità gioielli e oggetti di valore a portata di mano mentre effettuava la visita dei malcapitati anziani. Negli episodi contestati le vittime hanno subito complessivamente il furto di due collane in oro, di una fede nunziale e di un portafoglio.

Le due donne sono state rintracciate in due campi nomadi di Bologna: una è stata sottoposta alla misura dell’obbligo di dimora, mentre l’altra è finita in carcere. L’uomo, invece, giostraio di professione, è stato catturato a Cervia e portato nel carcere di Ravenna.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi