Pistola tagliata in 3 pezzi ritrovata sul fondo del Po

VIADANA. È al vaglio dei carabinieri della stazione di Viadana il ritrovamento di una pistola Beretta 45 calibro 22, recuperata dal fiume Po. A ritrovare l’arma, che era stata “affettata” in tre parti ed era contenuta all’interno di una busta di plastica, è stato il capitano della motonave “Stradivari” – attualmente ormeggiata al porto di Viadana – Giuliano Landini, nel corso di una manovra. Attirato da un bagliore proveniente dall’acqua, Landini, reggiano di Boretto, è riuscito a pescare l’involucro per poi scoprire che si trattava dell’arma, accompagnata anche da una trentina di munizioni. Non è da escludere che l’arma possa essere stata utilizzata per compiere un reato, forse addirittura un omicidio (in caso contrario, non si spiega perché la pistola avrebbe dovuto essere tagliata, chiusa in un sacchetto e gettata in acqua). Di fatto, chi ne era in possesso ha deciso di liberarsene buttandola nel Po per farne perdere ogni traccia. Invece è stata recuperata. — BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Ibrahimovic a casa di Berlusconi: "Sono qui per insegnargli come si gioca a calcio"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi