La Regione anticipa i tempi, saldi già da questo sabato

E a Viadana e Poggio Rusco partite le prime “shopping nights”. Negozi aperti, ma ancora pochi clienti. «L’importante è dare un segnale»

MANTOVA. L'inizio dei saldi in Lombardia è stato anticipato a sabato 25 luglio. Lo stabilisce una delibera approvata ieri dalla giunta regionale su proposta dell'assessore allo Sviluppo economico, Alessandro Mattinzoli. «Una decisione - commenta il governatore Attilio Fontana - che va nella direzione di dare un nuovo impulso alle attività commerciali che tanto hanno sofferto durante il lockdown. Allo stesso tempo, offriamo un'opportunità di risparmio per i cittadini che decidono di fare acquisti».

E un anticipo c’è stato mercoledì sera a Viadana e Poggio Rusco dove ci sono state le “Shopping Night” promosse dai commercianti del centro. A Viadana, l’idea è quella di tenere i negozi aperti ogni mercoledì sera fino alle 23; l’appuntamento è già fissato per tutti i prossimi mercoledì sino a fine agosto. Almeno per il momento non sono previste particolari manifestazioni di contorno, né si coltivano grandi aspettative: l’obiettivo principale dichiarato dai negozianti è « esserci, dando un segnale di vita e voglia di normalità». I commercianti, grazie a sgravi sul plateatico introdotti dal Comune, hanno la possibilità di allestire esposizioni anche all’esterno. Novità di questa estate 2020 sono il nuovo Caffè Centrale, che rilancia lo storico bar della piazza da tempo chiuso, e la fontana recentemente riqualificata. Sui social, prima della “Shopping Night” inaugurale, molti hanno espresso il timore che i viadanesi possano rivelarsi poco inclini alle novità, e portati “per principio” a preferire le attività dei paesi limitrofi. Tanti tuttavia hanno auspicato una buona riuscita dell’iniziativa anche per le sue valenze simboliche.



A Poggio Rusco il tempo ha retto e la notte “sotto le stelle d'estate” di Poggio Rusco è riuscita. Nel pomeriggio si era temuto il peggio, visto l'allerta meteo diramata dalla Protezione civile che annunciava possibili temporali già in serata. Serata che è stata invece caratterizzata dall'alta temperatura e da qualche nuvola. Diverse persone hanno deciso di uscire di casa, anche solo per una passeggiata e per ammirare le vetrine. Anche se il risultato è stato ben lontano da quello delle edizioni precedenti, anche perché la manifestazione era organizzata con modalità molto diverse. Lo sforzo messo in campo dall'Associazione commercianti è stato ripagato, quanto meno nell'obiettivo di portare un po' di persone in centro per ravvivarlo dopo il periodo del Covid.

Una condizione che ha modificato le abitudini e scoraggiato le uscite serali. Molti negozi erano aperti fino a tardi e offrivano vendite promozionali, il corso principale, via Matteotti,è stato chiuso alle auto, per consentire il passeggio in tutta tranquillità. La manifestazione è stata un modo per offrire al paese una notte bianca dei saldi, con modalità molto diverse rispetto alle edizioni passate. La parola d'ordine è “evitare assembramenti”, è quindi venuta meno tutta la parte riguardante gli spettacolini e le esibizioni lungo le vie e nelle piazze. L'Associazione commercianti ha creduto fortemente nell'iniziativa e ci ha messo tutto il suo impegno, per offrire, alle migliori condizioni possibili, una serata alternativa al paese. Impegno che è stato raccolto anche dal Comune che ha sostenuto il progetto. 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Cavallo stramazza a terra a New York e viene frustato dal proprietario, le immagini choc

La guida allo shopping del Gruppo Gedi