Prof in laboratorio toccò uno studente: patteggia due anni

MANTOVA. È finito davanti al giudice per le indagini preliminari con l’accusa di violenza sessuale nei confronti di uno studente quattordicenne. Un reato commesso lo scorso dicembre in un istituto superiore di Mantova.

Ieri mattina ha patteggiato la pena di due anni, la cui sospensione è condizionata dal completamento di un percorso che lo metta in condizione di riconsiderare il gesto.


L’episodio, come già accennato, è avvenuto nel dicembre scorso all’interno del laboratorio di un istituto superiore di città.

Nel corso della lezione il prof avrebbe toccato, con insistenza, lo studente. E il quattordicenne, turbato, una volta tornato a casa ha raccontato tutto ai genitori. Di qui la decisione di denunciare l’accaduto alle forze dell’ordine.

Ne è seguita un’indagine della Procura che si è avvalsa di numerosi accertamenti e testimonianze, oltre che di registrazioni video.

Alla fine il docente, che ha una cinquantina d’anni, è stato denunciato e rinviato a giudizio per violenza sessuale. Ieri mattina davanti al giudice per le indagini preliminari pubblico ministero e difensore si sono accordati per un patteggiamento. Due anni con pena sospesa, come accennato, a patto che il docente si impegni in un percorso che lo tolga in qualche modo dai binari di quella che è stata considerata una devianza sessuale. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Video del giorno

Beethoven secondo Alexander Lonquich al Teatro Sociale di Mantova

La guida allo shopping del Gruppo Gedi