Pochi soldi, saldi lenti: partenza sottotono per gli acquisti scontati a Mantova. E i negozianti sperano

Tra i prodotti più ricercati l’abbigliamento legato alle vacanze. L’anticipo di una settimana non ha sortito l’atteso boom

MANTOVA. Partenza sottotono ma al tempo stesso tra i commercianti aleggia un po’ di speranza. Questo è quanto emerso alla partenza dei saldi, anticipati di una settimana, nei negozi del centro storico e degli ipermercati intorno alla città. Un’anticipazione che poco incide sul commercio in quanto gli acquisti scontati sono già partiti da un pezzo.

«È una situazione particolare. La stagione primaverile è di fatto saltata e non si può parlare di saldi di fine stagione. Si potevano spostare in avanti, magari a fine agosto, tenendo il divieto di promozione mesi precedenti – spiega Stefano Gola titolare del negozio Swarovski – la gente sembra un po’ spaesata e più che una boccata d’ossigeno serve la rianimazione e meno terrorismo psicologico. Sui social parlano di Mantova come città morta ma invito chi sostiene ciò a fare un giro nelle altre città vicine. Verona ad esempio ha sofferto molto di più. Qui si sono visti diversi turisti e speriamo che prosegua in questo modo. Il lockdown non ha influito molto sulla città».



«Abbiamo aperto mezz’ora prima del solito e molte persone, anche per evitare il caldo, sono arrivate. Non avevamo grandi aspettative anche per il fatto che i saldi sono stati anticipati ma la cittadinanza ha recepito. Tante persone delle città e tanta clientela nuova che non era assidua frequentatrice di Mantova – spiega Natascia Turra di Bp Factory – lo shopping è legato soprattutto ai prodotti del momento soprattutto per le vacanze estive e il weekend al mare come bermuda, costumi da bagno, t-shirt e abitini. Per fare un’analisi della situazione bisogna aspettare la fine dell’estate ma la voglia di acquisti c’è».

«I saldi vanno un po’ a rilento anche se abbiano fatto belle offerte – sostiene Pamela Bassoli, titolare del Royal House di corso Umberto – possono essere un motivo per venire in centro. Dopo il lockdown molti hanno comprato oggetti per abbellire la casa. Gli aiuti non sono arrivati ma siamo ottimisti, propositivi e positivi. Tra i prodotti più venduti i bicchieri e i profumatori per casa e biancheria. Non ci stanchiamo mai, ogni settimana proponiamo articoli nuovi. Durante la settimana la clientela è mantovana mentre nel weekend arrivano persone di tutta la Lombardia e delle province vicine».



«La partenza è stata molto buona e in occasione dell'inizio dei saldi è stato esteso anche l'orario di apertura (dalle alle 21) – spiegano dal Mantova Outlet Village di Bagnolo – abbiamo riscontrato un'ottima propensione all'acquisto, una conversione molto alta, ovvero la maggior parte dei clienti ha fatto uno o più acquisti. L’abbigliamento sportivo si attesta come la tipologia di merchandising più venduta».

«Non c’è stato il boom dei saldi: può essere dovuto al fatto che gli sconti erano già partiti, ma nonostante ciò possiamo ritenerci soddisfatti» commenta Nicola Savasi dal Gigante di Curtatone.
 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Elezioni 2022: chi sono i sei mantovani aspiranti candidati della Lega

La guida allo shopping del Gruppo Gedi