Prenotazioni online: solo così si entrerà al borgo delle Grazie

Quest’anno nel borgo non si vedranno giostre, bancarelle, spettacoli ed esibizioni dal vivo dei madonnari. Gli artisti del gessetto entreranno nelle case sfruttando le moderne tecnologie, mentre gli accessi a Grazie saranno contingentati

CURTATONE. Dal sagrato del santuario alle piazze virtuali dei social network. L’Antichissima fiera delle Grazie sbarca sul web, per regalare agli internauti un Ferragosto nel segno dell’arte. Quest’anno nel borgo non si vedranno giostre, bancarelle, spettacoli ed esibizioni dal vivo dei madonnari. Gli artisti del gessetto entreranno nelle case sfruttando le moderne tecnologie, mentre gli accessi a Grazie saranno contingentati. Il programma degli eventi multimediali e le misure messe in campo per proteggere il borgo sono stati presentati alla stampa. Sabato, dalle 5.30 fino alle 22, le quattro vie d’accesso terresti e la riva del Mincio saranno presidiati da polizia locale, security, protezione civile ed associazioni sportive. Turisti e pellegrini potranno entrare solo su prenotazione e per un tempo limitato.

Per ottenere un lasciapassare è necessario collegarsi al sito web legrazie.laspesadame.it e prenotare uno o più servizi. Si può scegliere tra un pranzo o una cena al ristorante, una colazione a base di panino con il cotechino, un’escursione in battello con i Barcaioli del Mincio ed un ingresso in santuario (le sante messe delle 6.30, delle 8.30 e delle 11 sono già sold out, ma c'è ancora disponibilità di posti per le funzioni religiose del pomeriggio). Al momento della prenotazione, l’utente riceverà una e-mail contenete un Qr code, da esibire all’ingresso del borgo.

«In qualsiasi momento – spiega il sindaco Carlo Bottani – potremo sapere quante persone sono presenti a Grazie». Illimitati saranno, invece, gli accessi alla pagina Facebook “Antichissima fiera delle Grazie”, che venerdì e sabato ospiterà una serie di eventi multimediali, presentati dallo storico dell’arte Paolo Bertelli. Protagonisti indiscussi della maratona social saranno i madonnari, in collegamento da tutto il pianeta. Tra gli ospiti anche il celebre artista Kurt Wenner e l’ex direttore di Palazzo Ducale, Peter Assmann.
«Il nostro obiettivo – spiega il vicesindaco Federico Longhi – è promuovere Grazie e l’arte madonnara, facendole conoscere nel mondo». Impegnato in questo compito anche il Rotary Andes, che coinvolgerà nella maratona social 1,8 milioni di rotariani sparsi nei cinque continenti.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Elezione del presidente della Repubblica, prima votazione per il Quirinale a Montecitorio: diretta

La guida allo shopping del Gruppo Gedi