Contenuto riservato agli abbonati

Scandalo bonus, Dara e la Lega rifugiati nel silenzio: sul web indipendentisti all’attacco

A Viadana i civici vicini a Fava: «Cosa ne pensa Cavatorta?» Il Pd di Castiglione: «Se è vero, via la delega»

MANTOVA. Secondo giorno di imbarazzato silenzio da parte della Lega mantovana sulla vicenda del bonus da 600 euro chiesto e ottenuto da alcuni parlamentari tra cui figurerebbe il mantovano Andrea Dara. E tace ancora lo stesso parlamentare nonché vice sindaco di Castiglione delle Stiviere per smentire o confermare quanto gli viene attribuito. Il che scatena sul web, ma non solo, le reazioni dei suoi avversari politici, sopratutto quelli di parte indipendentista che guardano a Gianni Fava.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Vita e opere dell'arpista Clelia Gatti nel video girato al cimitero di Mantova

La guida allo shopping del Gruppo Gedi