In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

La biblioteca nel circuito mantovano

1 minuto di lettura

CERESARA . Primo passo concreto per l’entrata della biblioteca comunale di Ceresara nella Rete bibliotecaria mantovana (Rbm).

In questi giorni è infatti iniziata la ricatalogazione del cospicuo patrimonio librario della biblioteca civica Ferrante Bandera ad opera degli addetti della cooperativa Charta, atto che porterà all’inclusione e alla condivisione di tutti i libri ceresaresi nel catalogo provinciale.

Per volontà dell’attuale amministrazione municipale si completa dunque un progetto organico iniziato con i lavori di restauro e ampliamento della sede dalla precedente compagine amministrativa.

Dopo l’adesione alla Rete bibliotecaria mantovana, deliberata dal consiglio comunale nei mesi scorsi, ora è stata dunque avviata la prima fase di inserimento nel sistema provinciale – operazione che si protrarrà per un certo periodo – alla presenza di Davide Bassi, uno dei coordinatori della Rbm, di Ada Bianchi, presidente della commissione comunale biblioteca, di Silvia Vaccari, consigliere comunale di Ceresara e di alcune volontarie.

«La biblioteca di Ceresara – ha detto in proposito la presidente – ha la fortuna di poter contare da sempre sulla collaborazione offerta da un gruppo di volontari di cui fanno parte anche alcuni giovani, che ringrazio tutti di cuore; alcune persone di questo gruppo affiancheranno gli operatori di Charta contribuendo ad accelerare i tempi della ricatalogazione, pur mantenendo aperta la Biblioteca come al solito».

«Con l’ingresso nella Rete bibliotecaria Mantovana – ha aggiunto la Bianchi – i nostri utenti avranno praticamente a disposizione i libri di tutte le biblioteche della Provincia, più quelli di Brescia e Cremona, l’accesso al catalogo sarà più diretto e fruibile, anche il patrimonio librario locale sarà effettivamente valorizzato e quindi il servizio sarà migliore. Inoltre l’apporto fondamentale dei volontari sarà integrato, in alcuni giorni della settimana, dalla presenza di un bibliotecario».

«Va ricordato – ha concluso la presidente della commissione biblioteca – che sul piano culturale la biblioteca svolge un ruolo molto importante per l’intero territorio di Ceresara, perché oltre al prestito dei libri, che è stato assicurato anche durante l’emergenza sanitaria causa covid con l’iniziativa “La Biblioteca a casa”, oltre ad organizzare i “Percorsi di promozione alla lettura” destinati ai più piccoli, il “Progetto scuola”, le “Serate con l’autore”, promuove e organizza conferenze culturali, concerti, mostre e altri eventi come “Libri sotto l’albero”, molto apprezzati e partecipati dai cittadini di tutte le età». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA.

I commenti dei lettori