Picco di ingressi al nuovo Cup di Mantova, ma niente ressa

Il centro unico per le prenotazioni piace e funziona: attese di pochi minuti e massimo distanziamento nell’ampio salone

MANTOVA. «Davvero bello, sembra di essere in aeroporto». Il nuovo centro unico prenotazioni dell’ospedale Carlo Poma ha aperto stamattina (14 agosto) alle 8 le sue porte per la prima volta. Una prima giornata che ha visto un afflusso di cittadini ben superiore a quello classico di una tipica settimana ferragostana. Alle 12 il numero degli ingressi aveva già toccato quota 338.

Vero che la mattina è sempre il momento della giornata dove si registrano i numeri più importanti, ma l'alto numero di presenze non è paragonabile con un 14 agosto qualsiasi degli scorsi anni. I motivi? In primo luogo i tanti mantovani ancora in città visto che, nell'anno del Covid, le ferie rappresentano un miraggio per molti. E poi, ovviamente, la necessità degli utenti di riprogrammare le tante visite saltate nei mesi dell'emergenza. A dispetto di numeri importanti, però, la giornata è trascorsa senza particolari criticità.


L'ampio salone, che funge da sala d'attesa, non si è mai riempito. Cinquanta le sedie posizionate, tutte distanziate tra loro, che sono state occupate al massimo per metà. Una situazione ideale in epoca Covid, senza problemi di assembramenti. Le attese peraltro sono state di pochi minuti. «Ci ho messo un secondo», commenta qualcuno uscendo. Il tutto senza dover attendere il proprio turno all'aperto o sotto un gazebo, magari in balia della pioggia o di temperature molto elevate, ma in un ambiente climatizzato. Per rendere più gradevole l'attesa dei cittadini, scelte dei materiali e caratteristiche del progetto sono state adottate in linea con il concetto di umanizzazione dei luoghi di cura. Obiettivo, il benessere a livello ambientale, acustico, con la riduzione dei rumori interni, e visivo, grazie allo studio del colore. I giudizi dei cittadini sono positivi. La nuova struttura, realizzata nei locali dell'ex lavanderia del Poma a pochi metri dal vecchio Cup, è promossa.

«Questa ristrutturazione ci voleva propria - il commento di una donna in attesa del proprio turno -. Lo spazio mi sembra bello, funzionale e molto luminoso». Apprezzata anche la posizione, strategica poiché centrale rispetto al complesso ospedaliero e in collegamento diretto con i due ingressi principali e con le palazzine circostanti. Alcune migliorie arriveranno come sempre in corso d'opera, magari ascoltando i suggerimenti di operatori e utenti.

All'ingresso della palazzina è presente un misuratore di temperatura smart e una postazione informatica dove è possibile prenotarsi. Per aiutare gli utenti in queste operazioni è sempre presente un addetto. Una volta all'interno è possibile attendere nel salone osservando i tabelloni elettronici che mostrano le indicazioni riferite ai vari sportelli. A chiamare gli utenti, una volta arrivato il proprio turno, anche una voce elettronica. Nello spazio sono gestiti l’accettazione e il pagamento di ticket per visite ed esami radiologici, la prenotazioni di prestazioni e la consegna dei referti radiologici. L'orario di apertura nel mese di agosto è dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18. Il servizio di consegna dei referti di Radiologia è invece attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 13.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Cosa si aspettano i mantovani dal futuro governo / 1 - Grande Mantova

La guida allo shopping del Gruppo Gedi