Elezioni 2020, a Monzambano sarà una corsa a due: Rama sfida Cappa

Il sindaco uscente conferma la volontà di proseguire Il centrodestra punta sul consigliere di minoranza 

MONZAMBANO . Corsa a due per la poltrona di primo cittadino nel comune morenico. Le indiscrezioni di chi sta lavorando alla presentazione delle liste - il termine ultimo è sabato - confermano che sarà una corsa a due, scongiurando così la presentazione di un'unica lista come è accaduto nel recente passato in altri comuni della provincia. Da un lato, dunque, pare confermata la volontà del sindaco uscente Giorgio Cappa di proseguire il lavoro e, dunque, dare vita a una nuova lista civica con la quale rilanciare l'azione di governo.

«Mi piacerebbe proprio portare avanti questo progetto e a questo stiamo lavorando - conferma lo stesso Cappa raggiunto al telefono - e proseguiremo sulla strada civica, dato che il nostro gruppo è omogeneo ma anche trasversale». Cappa, dunque, prova il bis dopo il governo di questi cinque anni. «Stiamo ultimando la lista, è stata un bel lavoro di squadra e il nostro intento è portare avanti il progetto con coerenza e rinnovata forza. La dimensione civica si addice al nostro progetto che, se tutto procede con quanto stiamo facendo in queste ore, verrà presentato già venerdì, con un giorno di anticipo rispetto alla scadenza».


Sul fronte, invece, degli avversari la lista c'è e, soprattutto, conferma Gabriele Stefanoni, «c'è una chiara volontà di essere uniti e compatti come area di centro destra, pur se il progetto sarà comunque civico. Tuttavia, quello che interessa a tutto questo gruppo che sta lavorando da mesi è essere riusciti ad avviare un progetto che mira a governare per almeno 10 anni. Il nostro obiettivo, dunque, è ricompattare quella base elettorale di centrodestra che a Monzambano è comunque maggioritaria e che non vogliamo più disperdere. Abbiamo dato vita a un gruppo alternativo all'attuale governo del paese, e oramai siamo in dirittura d'arrivo».

Il nome che dovrebbe guidare la lista è quello di Alberto Rama, già consigliere di minoranza, e personalità forte, capace di tenere insieme le varie anime. «Ci stiamo orientando su questo nome - conferma Stefanoni senza però, per ora, ufficializzare la candidatura - ma questo è il nostro progetto ed è quello su cui stiamo lavorando ormai da mesi: ritrovata unità, alternativa di governo e un nuovo progetto politico, a trazione civica, che possa essere espressione di una cultura che a Monzambano è maggioritaria e punta a governare per un lungo periodo il paese».

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Ibrahimovic a casa di Berlusconi: "Sono qui per insegnargli come si gioca a calcio"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi