Carabiniere in libera uscita fa arrestare spacciatore a Mantova

Nella notte tra il 17 e il 18 agosto sul Longorio: nella casa del 21enne trovati 400 grammi tra hashish e marijuana

MANTOVA. Nella notte tra il 17 e 18 agosto un carabiniere fuori servizio fa arrestare a Mantova spacciatore di 21 anni i cui movimenti mentre cedeva delle dosi a una coppia di coetanei in cambio di alcune banconote sul Lungorio lo avevano insospettito.

Dopo la segnalazione alla Centrale operativa del Norm della compagnia di Mantova, è stata fatta convergere sul posto una gazzella della sezione Radiomobile. I militari, individuato il giovane grazie al contestuale scambio di informazioni con il collega libero dal servizio, lo hanno sottoposto a perquisizione, trovandolo in possesso di circa 2 grammi di hashish e della somma di 95 euro suddivisa in banconote di piccolo taglio, segno evidente dell’attività di spaccio posta in essere in precedenza.

Sulla scorta delle risultanze acquisite, le ricerche della sostanza stupefacente venivano estese anche all’abitazione del giovane, dove i carabinieri hanno scoperto un quantitativo di droga ben più consistente, che per le modalità di presentazione e la contestuale presenza di un bilancino di precisione, appariva sicuramente destinato allo spaccio. Infatti venivano rinvenuti 360 grammi di hashish, suddivisi in ben 52 dosi di varia misura, da 1,5 grammi a 35 grammi, e 50 grammi di marijuana, suddivisi in 12 dosi di peso variabile da 0,5 grammi a 20 grammi.

Il giovane, pertanto, veniva condotto in caserma in via Chiassi e dichiarato in stato di arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Dopo le formalità di rito è stato portato in carcere a  Mantova.

 

 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Commozione in campo a Casalpoglio: un minuto di silenzio e fiori per Dimitri

La guida allo shopping del Gruppo Gedi