Contenuto riservato agli abbonati

Piazza Virgiliana, sedicenne rapinato del suo telefonino

L’aggressore ha minacciato di picchiarlo e gliel’ha strappato di mano. La vittima era con due amici che non hanno reagito. Indagano i carabinieri

MANTOVA. Piazza Virgiliana entra, ancora una volta, nella cronaca nera della nostra città. La scorsa notte un uomo, con il viso coperto da una mascherina scura, ha rapinato un sedicenne del suo telefonino e poi è fuggito. La vittima era in compagnia di altri due coetanei che però hanno preferito non intervenire. Un episodio molto grave che si aggiunge ad una serie lunghissima di casi avvenuti nei mesi scorsi e che avevano portato al fermo, da parte dei carabinieri, di tre giovanissimi.

Sono circa le 22 di giovedì. Tre ragazzi, tutti sedicenni, stanno trascorrendo la loro serata in piazza. All’improvviso vengono affrontati da un giovane. Ha la mascherina anticovid nera e questo impedisce ai tre di vederlo in faccia. Più tardi diranno ai carabinieri che si trattava di un nordafricano. Quest’ultimo, come accennato, si avvicina con decisione al gruppetto di amici e rivolgendosi a quello che in quel momento ha in mano un iPhone gli intima di consegnarlo. Il ragazzo tentenna e l’aggressore lo minaccia: «Ti riempio di botte». Nessuno reagisce. L’aggressore strappa il telefonino dalle mani del sedicenne e fugge. Tutto questo avviene in un manciata di secondi e in una zona della piazza scarsamente illuminata.


Avvertiti dell’episodio sul posto accorrono i carabinieri del nucleo radiomobile ai quali i ragazzi raccontano l’accaduto, indicando ai militari anche la via di fuga del rapinatore. Per tutta la notte gli uomini dell’Arma lo hanno cercato, ma senza esito. Ora dovranno esaminare le immagini delle telecamere poste in zona. Non è un caso che la rapina sia avvenuta a ridosso del muro di cinta della piazza, in un’area poco illuminata.




 

Video del giorno

La rissa di sabato sera in un bar di piazza Broletto a Mantova e il fuggi fuggi generale

La guida allo shopping del Gruppo Gedi