Fondi dal Gal Oglio Po La scuola diventerà ora più tecnologica

bozzolo

Il Gal Oglio Po finanzia il progetto dell’istituto comprensivo di Bozzolo “Scuola aperta per una formazione diffusa” elaborato da un gruppo di docenti con la supervisione della preside Elena Rizzardelli. Il contributo di 20.461,50 euro andrà a coprire il 90% del progetto completato con un cofinanziamento della stessa istituzione scolastica.


Spiega in una nota la scuola come il finanziamento concorra a sviluppare il già avviato utilizzo delle tecnologie all’interno delle attività didattiche accelerato dalla particolare situazione che stiamo vivendo. Si andranno ad aumentare le dotazioni tecnologiche delle scuole bozzolesi rientrando il Comune nel territorio di competenza del Gal Oglio Po.

«Oltre ai dispositivi individuali, tablet e notebook da utilizzare a scuola o eventualmente concedere in comodato d’uso, saranno acquistati monitor interattivi touch (due per la scuola media, quattro per le elementari e due per la materna, mobili e con la possibilità di diventare tavoli di lavoro), supporti all’insegnamento per una didattica attiva e multicanale, necessaria per un innovativo ambiente di apprendimento, inclusivo, aperto e flessibile; tali strumenti consentiranno ai docenti e agli allievi di collaborare attivamente nella costruzione delle lezioni, interattive anche a distanza, e nello scambio di risorse in modo protetto».

L’istituto comprensivo ha ricevuto il finanziamento partecipando al bando del Gal “Incentivi per lo sviluppo di servizi in favore della popolazione rurale” con i patrocini del Comune e dell’Azienda Speciale Consortile Oglio Po. —

ATTILIO PEDRETTI

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Castiglione, la rissa tra giovanissimi nella notte tra venerdì e sabato

La guida allo shopping del Gruppo Gedi