Castel Goffredo investe 400mila euro per le scuole 

Lavori, dunque, che riguardano la sistemazione e l'ottimizzazione degli edifici della scuola materna, delle elementari e delle medie

CASTEL GOFFREDO. Il Comune ha investito 400mila euro sulle scuole. Una cifra importante e frutto di vari fondi che, nel corso di questi mesi, sono arrivati al da vari enti. A questi si aggiungono poi 30 mila euro «che facevano parte del piano diritto allo studio - spiega il sindaco Achille Prignaca - e che abbiamo deciso di reinvestire sugli edifici che abbiamo in carico. Erano fondi destinati ai progetti scolastici che, però, come è facile intuire, non sono stati spesi e così - dato che erano ormai stanziati - li abbiamo dirottati su investimenti per sistemare i nostri edifici». 

Lavori, dunque, che riguardano la sistemazione e l'ottimizzazione degli edifici della scuola dell'infanzia, delle elementari e delle medie. «Una parte di questi fondi - e in particolar modo 200 mila euro - sono quelli stanziati dalla Regione e che dovevano essere cantierizzati entro fine ottobre. Abbiamo scelto di sistemare i bagni della scuola dell'infanzia che ne avevano bisogno. I lavori, dunque, partiranno a breve cercando di creare il minor disagio possibile e saranno ultimati durante le pause dell'anno scolastico» spiega sempre il sindaco.

Per quanto riguarda poi i restanti 170 mila euro, sono fondi che arrivano da altri finanziamenti statali e regionali e che sono serviti per sistemare appunto gli edifici all'esterno e all'interno. «Abbiamo rifatto le aule di informatica, per dare alla scuola laboratori moderni e funzionanti, abbiamo imbiancato molte aule e sistemato gli interni là dove c'era necessità - spiega sempre il primo cittadino - oltre ad aver reso più funzionali gli spazi per i docenti nella scuola media. Lavori, insomma, importanti di cui avevano bisogno le nostre scuole». Per quanto riguarda la ripresa, invece, tutte le scuole partono il 14, «pur se stiamo ultimando il discorso mensa per l'infanzia - spiega il sindaco - situazione che dovrà essere rodata e potrebbe creare qualche disguido nei primi giorni». Per quanto riguarda le elementari e le medie, tutto è pronto alla ripartenza con ingressi divisi e senza particolari problemi per il rientro in classe. Il paese, inoltre, usufruisce già di un servizio pedibus funzionante e con diverse linee. 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Covid, Brusaferro: "Ecco le differenze tra l'epidemia oggi e un anno fa senza vaccini"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi