Salvini a Viadana lancia Cavatorta: «Squadra che vince non si cambia»

Bagno di folla per il leader della Lega «Siamo come una squadra di rugby, non molliamo mai» 

VIADANA. Arriva con 40 minuti di ritardo sulla tabella di marcia, ma il popolo leghista che lo sta aspettando numeroso nella piazza principale del paese, non ci fa caso. Anzi, quando lo vedono spuntare sotto il porticato del municipio scatta l’applauso che presto si trasforma in ovazione.

Non c’è traccia della contestazione che i grillini avevano promesso sul web e che faceva stare in pensiero i leghisti locali. Lui, Matteo Salvini, leader della Lega diventata il partito non più solo del nord, ringrazia e, preso il microfono, fa venire i brividi alla platea. «Un pensiero per Giovanni Cavatorta al di là della politica. Vi chiedo di vincere per lui». Il capitano è venuto per sostenere Nicola, fratello di Giovanni, il sindaco scomparso in giovane età: ora vorrebbe raccoglierne l'eredità.

«Squadra che vince non si cambia» dice Salvini, invitando a votare per il sindaco uscente. Il quale, a sua volta, si dice «grato» a Lega, Fratelli d’Italia e alle due liste civiche «che mi sostengono. Abbiamo fatto un gran lavoro parlando sempre con i cittadini. E al primo posto del nostro programma c’è proprio l’ascolto e il dialogo». Il suo intervento, così come le affettuose parole di Salvini, sembrano mettere fine alle polemiche che lo vorrebbero candidato di Fratelli d’Italia, circostanza che già aveva smentito sulla rete dichiarandosi «candidato civico senza tessera».



Sulla piazza aleggia la presa di posizione del rivale di Salvini, Gianni Fava, che pubblicamente aveva dichiarato di non votare Cavatorta. Salvini non lo cita mai, così come non parla delle divisioni tra indipendentisti, incarnati da Fava e sovranisti. Anzi, a fine comizio, tra un selfie e l’altro rigorosamente con mascherina, il capitano precisa: «Io non ho nemici e guardo avanti. Indipendentisti e sovranisti? In democrazia scelgono i cittadini, e loro hanno scelto facendo diventare la Lega il primo partito in Italia».



Poco prima nel suo breve discorso, aveva toccato tutti i temi cari alla Lega, dalle pensioni alla sicurezza, dall’immigrazione alle tasse alla scuola. Non prima di aver elogiato la comunità viadanese, «regina del rugby, un gioco dove non si molla mai». È la metafora della Lega: «Ci stanno infangando e processando e più lo fanno e più ci danno forza per combattere per la sicurezza e il lavoro di questo paese».

Sulle pensioni lancia un ammonimento: «Se il Pd proverà a riportare la legge Fornero in parlamento faremo la guerra dentro e fuori e difenderemo con le unghie e con i denti quota cento». Non poteva mancare l’attacco al ministro dell’istruzione Azzolina, definita «una sciagura»: «Per due mesi si è occupata dei banchi con le rotelle mentre ci sono ancora 50mila cattedre scoperte, mancano 10mila aule e non si sa ancora se e come le scuole apriranno». Gli applausi si fanno copiosi quando parla delle tasse e delle cartelle esattoriali: «Il governo deve smettere di rompere le p..., di chiedere le tasse a chi per colpa dei suoi decreti non ha lavorato per mesi. E invece, sono pronte a partire 13 milioni di cartelle esattoriali di Equitalia che rovineranno la vita a molti piccoli imprenditori». Sull’immigrazione ha messo in guardia i cittadini: «Fino al 21 settembre il governo starà zitto, poi dal giorno dopo comincerà a telefonare ai sindaci per smistare i 10mila immigrati che ha fatto sbarcare senza alcuna regola. A quel punto - ha detto rivolgendo lo sguardo a Cavartorta - sarà importante avere un sindaco che risponderà a quella telefonata con un no».

Sul palco, prima di Salvini, si erano alternati alcuni pezzi da 90 della Lega. Il consigliere regionale Alessandra Cappellari e il segretario nazionale della Lega Paolo Grimoldi avevano difeso l’operato della Regione nella bufera Covid: «Vedrete - hanno detto - che il fango che ci hanno buttato addosso tornerà indietro». L’assessore regionale alle infrastrutture Terzi aveva ricordato il piano Fontana che a «Mantova porterà 271 milioni di euro, di cui 7,5 a Viadana per completare la gronda nord».
 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Il primo Airbus A340 atterra in Antartide, l'impresa epocale della Hi Fly apre la via del turismo

La guida allo shopping del Gruppo Gedi