Ambasciata, in cucina con Romano Tamani torna lo chef Ugolotti

QUISTELLO. Aria di novità per il ristorante Ambasciata di Quistello: il locale stellato Michelin terrà una serata speciale sabato 12, in onore di Elisabetta Sgarbi, per riaprire in una data successiva, al termine dell’impegno estivo che ha portato parte della brigata a operare al Castello di Felino, in provincia di Parma. E a Parma è collegata anche una parte della nuova gestione del locale, rilevata dallo chef Matteo Ugolotti, parmigiano doc, congiuntamente con altri soci. Ugolotti, peraltro, ha già lavorato per cinque anni nella cucina dell’Ambasciata come executive chef (lo si legge nel suo curriculum), prima di lasciare per fondare, nella campagna parmigiana, la trattoria Ai Due Platani e inseguire poi ulteriori sfide anche all’estero.

Una nota del nuovo gruppo specifica che «la gestione del ristorante Ambasciata non apparterrà ai fratelli Tamani. La nuova proprietà, da poco subentrata alla precedente, si avvarrà dei preziosi servizi dello chef Romano Tamani che continuerà ad operare in cucina e in sala, insieme allo chef Matteo Ugolotti. Inoltre, è da rilevare che l'ultima gestione ha concluso il proprio operato senza debiti verso terzi».


La nota sembra quindi escludere che rientrino nel progetto Francesco “Carlo” Tamani - fratello di Romano che fino a qualche mese fa ha presidiato sala e cantina del ristorante - così come altri rappresentanti della famiglia. Ad esclusione, chiaramente, di Romano, emblema del locale e della sua cucina stellata. —

l.g.. © RIPRODUZIONE RISERVATA.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi