Elezioni 2020 a Mantova: i giovani di Volt forze fresche per Palazzi

Presentati i due candidati della Lista gialla che arrivano dal movimento politico europeo

MANTOVA. Il movimento politico Volt, realtà presente in tutta Europa, sbarca a Mantova, dove sarà presente con due suoi rappresentanti all'interno della Lista gialla Palazzi 2020.

La presentazione questa mattina (sabato 5 settembre) a La Zanzara. Primo candidato è il medico anestesista Annalisa Lerose. «Un punto chiave sarà la conciliazione lavoro-famiglia per le donne. Questa amministrazione ha fatto molto, ma credo che si possa fare ancora di più sul tema doposcuola e sugli aiuti nei primi mesi di vita dei bambini».

Il ventenne Francesco Viola è studente di ingegneria aerospaziale. «Mantova deva avere un'università ancora più forte, con buoni centri di ricerca, che collabori con le aziende del territorio. Servono poi collegamenti migliori con le città vicine».

Presente il presidente nazionale di Volt, Andi Shehu. «Il nostro obiettivo è rappresentare chi solitamente non lo è: giovani, donne, minoranza. Questo mettendo al centro della discussione l'Europa. Dall'Europa, ad esempio, arriva il 60% della legislazione di questi anni in Italia. Vogliamo portare rinnovamento».

Un bilancio di questi anni è stato disegnato dall'assessore Adriana Nepote. «In questi cinque anni Mantova è entrata, in alcuni casi da capofila, in una decina di progetti europei. Spesso con città di dimensioni molto maggiori. Molti sono stati i bandi vinti. L'obiettivo sarà rafforzare l'Ufficio di progettazione europea e intercettare i fondi europei legati al Covid».

La guida allo shopping del Gruppo Gedi