Contenuto riservato agli abbonati

Infermiera vince il concorso al Poma di Mantova ma viene esclusa: è epilettica

Lavora già in una Rsa e ha sempre dichiarato la malattia. «Perché non dirmi subito che non avrei avuto possibilità?»

MANTOVA. Infermiera da sette anni in una residenza per anziani di Mantova, mamma di due splendidi bambini e tanta voglia di lavorare in un ospedale pubblico. Ma c’è di mezzo l’epilessia, patologia che le è stata diagnosticata in età adolescenziale. Da quindici anni però, grazie all’assunzione di farmaci mirati, non ha più crisi. Primo ostacolo.

Secondo ostacolo. Per colpa della malattia è bene che non faccia le notti, perché quel turno spezza il ritmo sonno-veglia e diventa un fattore di rischio.


«Fatta questa premessa – entra nel merito la giovane madre di 31 anni di San Giorgio – adesso mi chiedo: perché allora mi hanno illuso facendomi fare tutto l’iter del concorso pubblico per entrare...

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Elezione del presidente della Repubblica, seconda votazione a Montecitorio: la diretta

La guida allo shopping del Gruppo Gedi