Il ministro delle Infrastutture contro la Regione: «Mantova trascurata perché non porta voti»

De Micheli: il sud della Lombardia ha una dotazione inidonea perché non è stato bacino elettorale. La replica dell'assessore Terzi: mai chiesto un confronto con noi sulla qualità del servizio ferroviario, e la quasi totalità della rete è di pertinenza statale

Botta e risposta fra il ministro dei Trasporti, Paola De Micheli (Pd), l’assessore regionale alle Infrastrutture di Regione Lombardia Claudia Maria Terzi (Lega), e il deputato Paolo Grimoldi, segretario della Lega Salvini Premier. La polemica corre sui binari della ferrovia.

«Sulla qualità del servizio (di Trenord, ndr) ho già chiesto a Regione Lombardia un confronto serrato perché la qualità del servizio è inidonea – denuncia il ministro – perché questa Regione non può avere ancora collegamenti monobinario tra città capoluogo di provincia». Perché si è ancora a questo punto? «Il sud della Lombardia ha una dotazione infrastrutturale e strutturale inidonea al livello di sviluppo e di insediamenti imprenditoriali di quell’area, e questo perché non è stato bacino elettorale della Regione in questi anni» denuncia De Micheli.


Che rassicura: «Risolveremo il cruccio già nella prima lista di opere che commissarieremo, ad esempio come la linea ferroviaria Mantova-Cremona, ancora monorotaia».

Immediata la replica. «I ministri che ci governano hanno una strana concezione della Lombardia. Un modo di ragionare tutto loro – ribatte l’assessore Terzi – siamo il motore trainante del Paese, eppure non perdono occasione per venire nella nostra regione e vomitare insulti e critiche contro di noi».

Seconda stoccata: «Non risulta che il ministro abbia mai chiesto alla Regione un confronto sulla qualità del servizio ferroviario. È vero il contrario, cioè che come Regione abbiamo sollecitato ripetutamente il governo ad attivarsi per migliorare le infrastrutture di pertinenza statale – incalza Terzi – In Lombardia su duemila chilometri di rete, oltre 1.700 sono gestiti da Rfi, società delle Ferrovie dello Stato che fa riferimento proprio al governo».

E sulla lettura in chiave elettorale dell’arretratezza infrastrutturale del sud della Lombardia, interviene Grimoldi: « Informiamo la signora De Micheli che la linea ferroviaria Mantova-Cremona, rimasta al millennio scorso, a mono binario e zeppa di pericolosi passaggi a livello, appartiene a Rfi e, dunque, è di competenza del suo ministero. Peccato che lo scoprano solo oggi come dimostrano i loro zero investimenti».

Intanto, sulla Mantova-Milano ieri è stata l’ennesima giornata di disagio, tra cancellazioni e ritardi a causa di un guasto a un convoglio sulla linea. —

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

La festa in centro a Mantova per lo scudetto del Milan

La guida allo shopping del Gruppo Gedi