Contenuto riservato agli abbonati

Accoltellamento di Solferino: una spedizione punitiva promessa

L’aggressore si è presentato davanti al bar con un coltello: aveva giurato vendetta al cugino: accusati di lesioni gravi tutti e tre

GUIDIZZOLO. L’aveva promesso, una sera di qualche settimana fa, in estate, che non sarebbe finita lì. Si erano già picchiati, e con rabbia, i due fratelli gemelli, Vitor e Ditran Marku, 37enni,e il cugino Adrian. Era stato quest’ultimo a giurare vendetta, e ha mantenuto la promessa: venerdi sera, 25 settembre, si è presentato davanti al bar L’incontro di Solferino con un coltello per minacciarli e poi aggredirli.

Video del giorno

La festa in centro a Mantova per lo scudetto del Milan

La guida allo shopping del Gruppo Gedi