Con Cuore Amico screening a domicilio per pazienti fragili a Mantova

La donazione di apparecchi diagnostici attiva il progetto. Visite riservate a chi non riesce a raggiungere l’ospedale

MANTOVA. Strumenti portatili con cui visitare a casa persone allettate o in particolari condizioni di fragilità. Cuore Amico Mantova, associazione di volontariato nata per fare prevenzione e battersi contro le malattie cardiovascolari, ha visto gli associati riunirsi a Montanara per l'assemblea ordinaria 2020. Due i progetti principali per i quali lavorerà in vista del 2021. Il primo è il progetto Trifoglio, iniziativa pensata in collaborazione con Asst e Aspef. Sono stati acquistati un elettrocardiografo, un holter e un ecografo portatili per svolgere attività di screening. «Lo scorso anno ci è stata donata un'auto dal Lions Club Mantova Ducale – spiega il presidente Luciano Chinaglia – il nostro obiettivo è di recarci a casa delle persone della città e dell’area Grande Mantova per fare esami direttamente nelle abitazioni. Questo per pazienti in condizioni di particolare fragilità e impossibilitati a recarsi in maniera autonoma all'ospedale. Il costo totale delle apparecchiature è stato di 25mila euro. Una parte consistente, 13mila euro, è stata donata da Fondazione Comunità Mantovana. La parte restante è arrivata da donazioni di privati. Entro la fine di quest'anno o a inizio del prossimo, saremo operativi».

Altro obiettivo quello di organizzare un convegno medico divulgativo, aperto a tutti e non solo agli esperti, incentrato sull'amiloidosi cardiaca da transtiretina. «Una patologia diffusa ma che in molti non sanno di avere. La nostra volontà è di informare e fare screening con tamponi per individuare i soggetti a rischio. L'evento è organizzato in collaborazione con Fondazione italiana per il cuore e Conacuore».


In assemblea anche il bilancio delle attività 2019. Sono stati 301 i soci che hanno rinnovato la quota. È stato eseguito lo screening su 471 persone nei quattro appuntamenti di Cuore in piazza in comuni della provincia e nei sei sabati riservati agli associati nel punto fisso dell'associazione, in ospedale. I volontari sono stati impegnati per 172 giornate, 31 gli infermieri, 26 i medici e 8 il nutrizionista. Tra gli appuntamenti, la partecipazione alla Maratona del cuore con la Croce Rossa, a Noci in piazza, a Neurologie aperte.
 

Video del giorno

Tra i fiumi e le Gole dell'Alcantara, il canyon siciliano che rischia di scomparire

La guida allo shopping del Gruppo Gedi