No all’orario anticipato, il Comune di Poggio irritato: «Organizziamo noi»

Il consiglio d’istituto boccia la scelta votata dai genitori. Il sindaco Zacchi: «Quell’organismo non rappresenta il paese» 

POGGIO RISCO. La scuola elementare di Poggio Rusco non anticiperà l’orario d’ingresso. E l’amministrazione comunale annuncia: «Faremo tutto il possibile per organizzare lo stesso il pre– scuola».

L’ingresso è stato previsto quest’anno alle 8. 15, per consentire un accesso alla struttura sfalsato rispetto alle medie, ed evitare assembramenti. Il Comune ha promosso un sondaggio fra i genitori per chiedendo di scegliere l’orario fra le 8.15 e le 7. 45, soluzione che eviterebbe l’organizzazione di un pre– scuola. I genitori si sono espressi in maggioranza a favore della seconda soluzione, 113 voti contro gli 81. L’amministrazione ha inviato, quindi, una lettera alla scuola chiedendo di recepire questa soluzione.


Ma venerdì è arrivato il diniego, che ha causato una certa irritazione. «Ricordo – scrive il sindaco Fabio Zacchi – che nel consiglio d’istituto non sono presenti rappresentanti dei genitori di Poggio, ce ne sono solo dei docenti e dei collaboratori, visto che nessuno si era candidato. Preso atto della decisione del consiglio, abbiamo chiesto di poter organizzare il servizio di pre-scuola in sicurezza, visto che ci era stato chiesto da molte famiglie, previo parere scritto della responsabile della sicurezza dell’istituto. Speriamo di poter organizzare il servizio al più presto, ma sicuramente non prima di lunedì 5 ottobre».

Le motivazioni al no della scuola, spiegano dal Comune, sono che l’ingresso anticipato influirebbe negativamente sulla capacità di attenzione dei bambini, e uniformare l’orario delle elementari così come già deciso dal consiglio d’Istituto e naturalmente la necessità di scaglionare gli ingressi.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi