Mantova, retromarcia  di Forza Italia con gli alleati: «Ripartiamo insieme»

Nuvolari: «Fratelli d’Italia e Lega sono diminuiti più di noi.  Costruiamo insieme un centro moderato e coinvolgente»

MANTOVA. Dopo gli attacchi agli alleati, ora Forza Italia smorza i toni. A farlo, però, non sono la coordinatrice provinciale Anna Lisa Baroni e il commissario cittadino Nicola Sodano, entrambi duri con Lega e Fratelli d’Italia. Ad invitare tutti alla calma e a riprendere il cammino insieme, smettendola con le polemiche, è Stefano Nuvolari, responsabile regionale attività produttive del partito azzurro e stretto collaboratore della Baroni. È anche colui che esce maggiormente deluso dalla competizione elettorale visto che 213 preferenze non gli sono bastate per entrare in consiglio comunale, battuto per tre voti da Baschieri.

Dopo aver analizzato l’esito delle urne, Nuvolari invita FdI e Lega a ripartire, «tutti insieme, con una consapevolezza forse più diffusa che la città ha bisogno di un’alternativa moderata, un centro coinvolgente, aggregativo e propositivo che noi di Forza Italia riteniamo di poter rappresentare e al quale lavoreremo da subito, chiudendo qui ogni sterile polemica». Quasi una marcia indietro rispetto alla linea degli ultimi giorni.


Prima, però, di giungere a queste conclusioni, Nuvolari non risparmia critiche agli alleati rispondendo alla lettera di Mantova ideale. «Non si può negare – scrive – che i numeri, inaspettati nella loro dimensione, abbiano creato un dispiacere istintivo che ha liberato la stanchezza di una campagna elettorale impegnativa e complicata». Un voto che per l’esponente azzurro ha mostrato ancora una volta che Mantova «non è una città di destra, che serve una proposta moderata, che necessita di un maggior coinvolgimento della società civile: che non può, però, limitarsi al voto quinquennale, ma deve sentirsi coinvolta nella progettazione del futuro che non può limitarsi all’abbellimento di vie e piazze».

Tornando ai risultati elettorali, Nuvolari confessa che «è indiscutibile che l’aspettativa era forte sull’apporto che Lega e Fratelli d’Italia avrebbero potuto dare alla causa mantovana. Purtroppo così non è stato e il calo a un terzo dei consensi di entrambi i partiti ha sancito il risultato tristemente storico del centrodestra». Forza Italia non si esime dalle sue responsabilità, «seppure la nostra percentuale sia calata in proporzione di molto inferiore rispetto al terzo di cui sopra e sia in linea con il minor consenso generale. Ma il comportamento tenuto durante la campagna elettorale non può esserci contestato in alcun modo».

Ricorda, infatti, che Forza Italia ha lasciato che la Lega, quale primo partito della coalizione, esprimesse il candidato, «pur nell’innegabile convinzione che la città lo avrebbe difficilmente accettato»; ha elaborato un programma «confluito in toto in quello di coalizione»; ha organizzato tanti eventi pubblici e avanzato tante proposte per la città.

Nuvolari confessa anche la tentazione del suo partito di presentarsi al primo turno «con un nostro candidato per evitare di negare una possibilità di scelta all’elettorato moderato della città confluito sicuramente nella lista gialla, sicuri che questo avrebbe favorito tutta la coalizione». Alla fine, però, Forza Italia ha desistito: «Abbiamo valutato che non potevamo andare divisi alla prima occasione che la Lega proponeva un suo candidato. Quindi – precisa Nuvolari – a Forza Italia non può essere ascritta, nei numeri, questa sconfitta dalla quale, però, traiamo forse la peggior conseguenza: il minor numero di consiglieri eletti nella storia del partito. Risultato frutto di quel super premio di maggioranza andato al sindaco Palazzi, causato certo non dal calo di 3 punti di Forza Italia, ma da quello di 20 della Lega e di 10 di FdI rispetto alle medie nazionali». Chiarito questo, Nuvolari chiama tutto il centrodestra a raccolta per lavorare per «una forza moderata e un centro coinvolgente».
 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

L'inaugurazione della Casa di Comunità di Goito con Fontana e Moratti

La guida allo shopping del Gruppo Gedi