Quistello, i restauri sono all’ultima fase: «La chiesa è un capolavoro»

Il sindaco pubblica nuove immagini della parrocchiale colpita dal terremoto. Il cantiere da quasi 5 milioni procede spedito. Obiettivo, celebrare la messa di Natale

QUISTELLO. Si iniziano a vedere i risultati del recupero della chiesa di Quistello. I lavori sono quasi ultimati e a questo punto l’obiettivo di celebrarvi la messa di Natale sembra a portata di mano. La fase strutturale è terminata e sono iniziati i restauri delle superfici affrescate, la parte delle finiture. «Presto torneremo nella nostra chiesa – esulta il sindaco Luca Malavasi, dopo un sopralluogo –. La ricordiamo non bellissima. Oggi, che i lavori sono quasi terminati, si presenta come un capolavoro. Qualche anno fa veniva considerato un immobile abbandonato. È una bella soddisfazione vedere come la collaborazione Stato – Chiesa stia permettendo il recupero della nostra chiesa».


Il recupero è stato possibile grazie all’intesa siglata nel novembre del 2015 tra la diocesi e il commissario delegato, accordo in cui rientravano 13 chiese ferite. L’intesa, resa operativa con l’ordinanza 209, prevedeva che la diocesi si occupasse della progettazione e la struttura commissariale, con fondi statali, dei lavori, investendo entrambi il medesimo importo. Le lavorazioni alla chiesa costeranno in tutto 3 milioni e 650mila euro, a cui vanno aggiunte spese tecniche e di indagine in fase di progettazione e il recupero dell’organo, per una cifra totale stimata in 4 milioni e 977mila euro.

Il cantiere si presentava molto complesso: l’edificio era stato gravemente danneggiato dal terremoto. I lavori hanno anche subito uno stop durante l’emergenza sanitaria, durato circa due mesi, non compromettendo però la tabella di marcia. I lavori erano in largo anticipo sulle previsioni e l’obiettivo di dicembre appare molto vicino.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi