Camion in avaria: in tilt il traffico sul ponte tra Ostiglia e Revere

La fila sulla statale 12 è arrivata fino all’ospedale di Pieve di Coriano. Disagi amplificati con la chiusura del ponte di San Benedetto Po

OSTIGLIA. Il ponte di Ostiglia è rimasto bloccato per un camion in avaria e la fila sulla statale 12 è arrivata fino all’ospedale di Pieve di Coriano. Il traffico è rimasto letteralmente bloccato dall’abitato di Revere fino a Pieve di Coriano, sulla carreggiata che corre in direzione nord verso Ostiglia. Dopo le quattro del pomeriggio del 5 ottobre, sul ponte, un camion che trasportava prodotti alimentari e viaggiava in direzione Ostiglia, si è fermato per un guasto. La statale è andata al collasso.

Quel ponte, pur essendo perfettamente sicuro, presenta delle gravi carenze in tutti gli altri aspetti di efficienza. Il problema, infatti, è che la carreggiata è molto stretta, i tir quasi si sfiorano quando si incrociano. Anche intervenire in caso di incidente diventa problematico e l’ultimo episodio ha messo in evidenza come non mai questa problematica. Il traffico su quella strada è molto intenso, vi passano moltissimi camion.

Va precisato anche che il ponte di San Benedetto era chiuso e, verosimilmente, buone parte delle auto si sono dirottate sull’Ostigliese. La fila si è formata in un attimo e in poco tempo le auto arrivavano a diversi chilometri dal ponte, all’altezza dell’ospedale di Pieve. Nel frattempo i carabinieri e un mezzo adeguato per rimorchiare il camion sono arrivati sul ponte e hanno agganciato il tir.

Pochi minuti dopo le 17, la carreggiata è stata liberata, con il mezzo pesante che veniva trainato via. Da quel momento il traffico ha ricominciato a scorrere regolarmente. L’episodio ha evidenziato la precarietà infrastrutturale del Destra Secchia, che ha nell’Abetone Brennero la sua principale direttrice. E il ponte tra Revere e Ostiglia costituisce un nodo da sciogliere ormai da anni, ma senza una prospettiva di chiudere la vicenda a breve termine.

«Questo territorio è in una situazione drammatica a livello infrastrutturale – dice il sindaco di Borgo Mantovano Alberto Borsari – episodi come questo che possono succedere ordinariamente senza grosse conseguenze, nelle condizioni precarie in cui si trovano le nostre infrastrutture hanno un effetto disastroso».

La guida allo shopping del Gruppo Gedi