In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Rissa a Porto Mantovano per l’acquisto di un'auto usata: due feriti

Il questore avvia le procedure di espulsione per due pluripregiudicati: la Squadra Mobile sulle tracce degli altri quattro coinvolti

1 minuto di lettura

PORTO MANTOVANO. A innescare la lite, furiosa, l’acquisto di un’auto usata. Così nella notte tra il 6 e il 7 ottobre, in via Guastalla, dove gli agenti della Volante sono intervenuti con urgenza per una rissa con feriti.

Sul luogo i poliziotti hanno trovato due persone riverse a terra, alle quali i sanitari del 118 stavano prestando le prime cure: entrambi di origini pakistane e residenti nella provincia di Mantova, i due sono pregiudicati per vari reati, tra i quali falsa attestazione a pubblico ufficiale, frode informatica, ingiurie, falsità materiale commessa dal privato e immigrazione illegale. Incalzati dalle domande degli agenti, non sono riusciti a spiegare la dinamica dell’accaduto.
 
I poliziotti si sono quindi rivolti a una terza persona, non coinvolta nella rissa ma presente. L’uomo – pakistano pure lui e con numerosi precedenti per per ricettazione, truffa, simulazione di reato, favoreggiamento all’immigrazione clandestina – ha riferito che, alcune ore prima, erano arrivati a casa sua quattro connazionali, provenienti da Brescia, per perfezionare e concludere l’acquisto di una macchina usata. 
 
Durante la contrattazione per la verifica dei documenti dell’auto, si erano aggiunti anche i due pakistani poi feriti nella rissa, con i quali, non riuscendo a trovare un accordo, era divampata una accesa discussione, degenerata presto in un violento scontro fisico, proseguito in strada a suon di calci e pugni. Al termine dell’aggressione, i due pakistani residenti nella provincia di Mantova restavano a terra feriti, mentre gli altri quattro si allontanavano in direzione di Brescia. 
 
Gli uomini della Squadra Mobile della Questura stanno attualmente effettuando indagini, anche con la visione delle telecamere di videosorveglianza e le testimonianze dei residenti, per dare un volto e un nome a tutti le persone coinvolte nella rissa. Intanto il questore Paolo Sartori ha disposizioni all’Ufficio Immigrazione della Questura di avviare in via d’urgenza il procedimento per l’espulsioni dei due pakistani residenti nel Mantovano, con trasferimento coatto nel paese di provenienza.
I commenti dei lettori