Sorpreso a fare pipì in centro: multa da tremila euro

L’uomo, un italiano 33enne residente in paese, è stato invitato a sanificarsi le mani mentre i carabinieri gli contestavano la violazione amministrativa

ASOLA. Pantaloni abbassati in pieno centro ad Asola per fare pipì, incurante della vicinanza di numerose abitazioni e della presenza di molti passanti. A cielo aperto e senza indugi ha dato sfogo ai suoi bisogni corporali. Qualcuno ha avvertito i carabinieri che si trovavano a poca distanza e lo hanno sorpreso mentre concludeva la sua performance, al termine della quale si è rivolto verso gli uomini dell’Arma. L’uomo, un italiano 33enne residente in paese, è stato invitato a sanificarsi le mani mentre i carabinieri gli contestavano la violazione amministrativa di 3.300 euro.

La legge parla chiaro. L’articolo 726 del codice penale prevede che chiunque, in un luogo pubblico o esposto al pubblico, compie atti contrari alla pubblica decenza è “soggetto alla sanzione amministrativa pecuniaria che va da cinquemila a diecimila euro”.

 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi