Caso videosorveglianza Botta e risposta tra i banchi consiliari

Bozzolo

Nel consiglio sull’interrogazione della minoranza in merito alle telecamere, Sergio Nardi si era astenuto dall’intervenire, proprio al suo rientro in consiglio comunale dopo alcuni anni. Ma ora commenta: «Il vice sindaco Giampaolo Bosi sbaglia ad averci vietato l’accesso a controllare il funzionamento della videosorveglianza. Se lui e Torchio la guardano, non capisco perché non possiamo vedere noi. Inoltre non me lo aspettavo proprio da Bosi, che ci ha accusato di carenza di controlli nel consiglio dedicato alla sua minaccia di dimissioni».


Nardi, richiamando il Testo unico enti locali (Tuel), afferma convinto che «anche la minoranza può accedere a tutti gli atti del Comune, con la conseguenza però di essere perseguibile come la maggioranza qualora, venendo a conoscenza di dati sensibili, li diffonda».

Del consiglio a porte chiuse, spiega che la maggioranza ha assicurato il funzionamento delle telecamere 24 ore al giorno e la presenza di un impianto di registrazione e visualizzazione in tempo reale a cura della polizia.

Il consigliere Fornasari, che ha illustrato l’interrogazione, avrebbe però chiesto di accedere a controllare le videocamere e Giampaolo Bosi gli avrebbe negato la possibilità, in presenza di dati sensibili.

Nello specifico dell’interrogazione, a quanto risulta, dopo l’intervento di Fornasari, il sindaco Giuseppe Torchio ha introdotto la questione della sicurezza, sottolineando il ritorno dell’ispettore Vincenzo Ruocco in comando all’Unione Mincio Po, in sostituzione dell’agente Giorgio Bellafemina trasferito a Borgo Virgilio, oltre all’importanza della centrale unica realizzata con una decina di altri comuni. Di seguito, il vice sindaco Giampaolo Bosi ha spiegato dettagliatamente la spesa, a partire dal 2017, di 130mila euro per la sicurezza in zone più a rischio, di cui 106 mila in telecamere e potenziamento e altri 24mila per attraversamenti stradali in sicurezza (via Giuseppina). —

A.P.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

La guida allo shopping del Gruppo Gedi