In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Obiettivo salvare il pianeta: un festival delle idee al Mamu

Tedx approda a Mantova per dare speranza con l'iniziativa globale Countdown. Dal palco il racconto di iniziative virtuose contro i cambiamenti climatici

Matteo Sbarbada
2 minuti di lettura

MANTOVA. Dimezzare nei prossimi dieci anni le emissioni inquinanti. Un conto alla rovescia lanciato dagli esperti per salvare il pianeta. Countdown è l'iniziativa globale che ha visto in questi giorni 500 incontri in più di 90 Paesi. Tra le città coinvolte, anche Mantova. Ad organizzare l'iniziativa è Ted, per un evento dedicato alla diffusione di idee di valore che aggrega le personalità più brillanti, curiose e interessanti. Sul modello di Ted, sono nati negli anni i Tedx, giornate di incontro con speaker selezionati nelle diverse città. E Tedx Mantova è andato in scena ieri al Mamu, con interventi dal palco e video. Ma che cos'è "Countdown"?.

Di fatto è una collaborazione di massa nata con lo scopo di riunire ogni cittadino del pianeta che vuole dare il suo contributo per la risoluzione di una delle grandi crisi del nostro tempo. Incendi, uragani e devastazioni, infatti, ci ricordano ogni giorno come il cambiamento climatico stia causando danni terribili. Ed ecco che da Ted arriva l'invito ad ascoltare le testimonianze di chi lavora con creatività e determinazione per aiutare a trovare soluzioni. In modo che il conto alla rovescia sia verso un futuro bello ed emozionante.

«Per il secondo anno abbiamo portato a Mantova un brand, Ted, con una reputazione internazionale forte e riconosciuta - spiega Tiziano Prati, tra gli organizzatori - Questo per stimolare anche nella nostra città un dibattito su temi così importanti. Organizzatori e speaker sono volontari. Dei tanti Tedx organizzati in questi giorni in Italia, siamo stati tra i pochi ad organizzare l'evento in presenza. Un segnale di speranza in questi tempi difficili. Del gruppo mantovano di Ted fanno parte 25 persone, un numero che sale a 50 il giorno dell'evento».

In platea, distanziate, 85 persone, con l'evento che è stato trasmesso online anche dalla Gazzetta. «Sul tema del cambiamento climatico - ha aggiunto Paolo Braguzzi di Ted Mantova - l'approccio non deve essere ideologico. Meglio basarsi su scienza e buon senso». Punto cardine dell'iniziativa sono gli interventi degli speaker. Non presentazioni tradizionali, ma l'esposizione di "idee che meritano di essere diffuse". Ad aprire la giornata mantovana è stato il cantautore Luca Bonaffini, che ha eseguito "Eppure soffia". Il brano di Pierangelo Bertoli, artista con il quale Bonaffini ha a lungo collaborato, è una sorta di inno a difesa dell'ambiente. «Un inno alla vita - ha spiegato Bonaffini -. La Terra è un'astronave che ha bisogno di essere alimentata e curata». Intervenuti poi, la studentessa Margot Gomis, ideatrice della start-up di noleggio di macchine sostenibile RentECO, Leonardo Setti, ricercatore della facolta di Chimica Industriale e docente all’Universita di Bologna, Raimondo Orsini, direttore della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, Roberto Spaggiari, istruttore amministrativo Provincia di Parma, Simone Bastianoni, professore di chimica dell'ambiente e beni culturali. E la mantovana d'origine Elena Tioli, ideatrice del portale web "Vivere senza supermercato": un invito ad essere più informati sull’impatto sanitario, ambientale e sociale delle nostre scelte d’acquisto e a sperimentare un mondo dei consumi alternativo, più umano e consapevole. —

Matteo Sbarbada

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

I commenti dei lettori