Viadana: nel team di Cavatorta Cavallari, Gualerzi, Bellini e due new entry

Nella giunta l’esordio di due insegnanti, Bacchi e Tripodo. Tre cambi in consiglio: FdI esclusa, ma punta alla presidenza

VIADANA. Il sindaco Nicola Cavatorta ha definito la squadra di giunta. Oltre al vicesindaco AlessandroCavallari, da tempo indicato, ne faranno parte Romano Bellini, Ivan Gualerzi, Rossella Bacchi e MariagraziaTripodo.

Le deleghe: Cavatorta terrà per sé i dossier urbanistica, bilancio, affari generali e programmazione; Cavallari si occuperà di ambiente, protezione civile ed eventi; Bellini di sicurezza, polizia locale, personale e sport; Gualerzi di lavori pubblici e patrimonio; Bacchi di istruzione e cultura; e Tripodo dei servizi sociali. Qualche delega minore potrà essere riassegnata in fase di assestamento.


Rispetto a quella nominata cinque anni fa dall’ex sindaco Giovanni Cavatorta, la giunta è (salvo Cavallari) completamente rinnovata. Ne escono Franco Rossi, Massimo Piccinini e Ilaria Zucchini. Bellini, subentrato, era assessore uscente, mentre Gualerzi era presidente del consiglio comunale durante lo scorso mandato.

Le novità assolute sono Bacchi e Tripodo. La Bacchi, 52 anni, laureata con lode in Matematica, è docente di ruolo all’istituto superiore Sanfelice, ma in passato ha insegnato anche alle medie e all’università (facoltà di Ingegneria a Pavia). Nel periodo 2007-’12 è stata collaboratore vicario del dirigente scolastico alla Parazzi; ha fatto parte inoltre del consiglio di amministrazione della casa di riposo Grassi, ed è attualmente nel cda della fondazione Villaggio del Ragazzo. E’ attiva in parrocchia come catechista.

Originaria di Messina e laureata con lode in Scienze dell’educazione, la Tripodo ha 42 anni. Cresciuta nel mondo Scout, ha conseguito master in Criminologia e Mediazione familiare. Dal 2012 a Viadana, insegna (sostegno e laboratori) al polo tecnico-professionale. Alle recenti amministrative era candidato consigliere per la lista Forza Viadana. Cavallari (Viadana in Testa), Bellini e Gualerzi (Lega) sono consiglieri comunali eletti: verranno di conseguenza sostituiti rispettivamente da Alessandro Salassi, Roberta Bottesini e Donatella Panizzi. Rimane fuori dalla giunta Fratelli d’Italia, cui potrebbe andare la presidenza del consiglio.

Cavatorta assicura che trattative e consultazioni si sono svolte in serenità: «Nessuna forza politica, come insinuato da qualcuno, ha “piantato grane”, né ci sono state influenze e imposizioni da parti di organi provinciali. Ho scelto cercando di far prevalere le competenze, tenendo presenti anche le preferenze espresse dall’elettorato al voto». 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi