«Puntare sul turismo» In progetto ciclovia e infopoint a Villa Mirra

Il Comune vuole intercettare i flussi del vicino Garda Investimenti per 350mila euro con il sostegno del Gal 

CAVRIANA

Il Comune continua a investire sul turismo. In questi ultimi anni il paese amministrato da Giorgio Cauzzi non ha mai smesso di creare occasioni per intercettare i flussi turistici del vicino Lago di Garda.


A darne conferma sono i progetti in essere con la ricerca del sostegno del Gal, uniti alle parole dello stesso sindaco Cauzzi che confermano e rafforzano quanto fin qui fatto e quanto ci sarà da continuare a fare. Sul piatto, dunque, un progetto di ciclovia per connettersi con il Garda e la creazione di un punto informatico e di vendita di prodotti gastronomici d'eccellenza sotto il porticato di Villa Mirra.

«Senza dubbio sembra strano che in questa fase delicata e dolorosa della Pandemia, un comune perseveri nell'investire sul fronte turismo - spiega Cauzzi - ovviamente questo viene fatto perché guardiamo al futuro nella speranza che il momento che stiamo vivendo possa passare al più presto. Per questo non possiamo non farci trovare pronti. Investire sul fronte turismo vuol dire dare ossigeno alle nostre attività dato che chi verrà sul nostro territorio si fermerà, acquisterà prodotti e tutto questo creerà ricchezza e interesse nella cura del nostro territorio, anche da parte di tutti i privati che trarranno vantaggi da tali interventi e investimenti. Una sinergia, insomma, che riteniamo necessaria e utile per il bene di tutto il nostro territorio, ecco perché, nonostante il periodo difficile, proseguiamo con questi progetti e con questa volontà».

I progetti, dunque, presentati al Gal sono due. Il primo riguarda la sistemazione di tre stanze del piano terra di Villa Mirra, il cui accesso è dal porticato. Un investimento di circa 230mila euro che prevede di realizzare un info point, una struttura cioè per l’accoglienza, per dare informazioni e ragguagli sulle strutture ricettive del territorio e, allo stesso tempo, che serva da hub per la diffusione dei prodotti d’eccellenza.

Un’opera di riqualifica di quelle che al momento sono tre stanze adibite a magazzino. Il secondo progetto, invece, prevede un investimento di 123mila euro e la ciclovia che collega Volta Mantovana, Cavriana e Lonato del Garda. Esiste già un documento comune di intenti e Cavriana è l'ente capofila di questo progetto.

La ciclabile partirà da Pozzolo di Volta, per passare poi sul territorio voltese e arrivare a Cavriana, proseguendo per Bande, Madonna della Scoperta e Lonato del Garda. Di fatto, insomma, uno sbocco sul lago di Garda che guarda al turismo morbido delle due ruote.

Luca Cremonesi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

La guida allo shopping del Gruppo Gedi