Incendio nella sede della Marcegaglia: si ferma l’area del decapaggio

Le fiamme partite forse da una scintilla dell’aspirazione fumi. Intervento tempestivo delle squadre interne e dei vigili del fuoco

GAZOLDO. Un incendio di limitate proporzioni ha interessato domenica sera la sede del gruppo Marcegaglia, a Gazoldo degli Ippoliti. Le fiamme hanno intaccato il sistema di aspirazione dei fumi nel capannone dove viene eseguita la pulizia dell’acciaio, il cosiddetto “decapaggio”. Tempestivo l’intervento delle squadre interne antincendio e successivamente dei vigili del fuoco di Mantova che in poco tempo sono riusciti ad avere ragione delle fiamme. Ora la linea rimarrà ferma in attesa delle verifiche e del ripristino dell’impianto mentre il resto dello stabilimento funziona regolarmente.

Il rogo si è sviluppato prima delle 21. L’area interessata è quella dove l’acciaio in lastre sotto forma di grossi rotoli, viene pulito dalle impurità superficiali. L’operazione prevede l’uso di soluzioni acide. In sostanza si tratta di un'operazione chimica effettuata per eliminare strati superficiali e rendere pronto l’acciaio per le successive operazioni.


Il decapaggio dei pezzi di acciaio viene effettuato per immersione di acido cloridrico o acido solforico ad alta temperatura. Si sviluppano quindi dei fumi che devono essere evacuati. E proprio l’impianto di aspirazione è quello che ha subito il malfuzionamento.

Forse a causa di una scintilla, si sono sviluppate delle fiamme che hanno avuto agio nell’intaccare il condotto di aspirazione fumi, costituito in materiale plastico duro, tale da non essere intaccato dai fumi acidi. Proprio questa caratteristica ha reso complesso lo spegnimento che è stato eseguito in un primo tempo dalle squadre antincendio interne. Staff preparato e costantemente formato in base al certificato di prevenzione antincendio rilasciato nel 2017.

Le squadra, come prevede il regolamento, hanno iniziato lo spegnimento, ma vista la difficoltà ad avere ragione delle fiamme, hanno allertato il comando dei Vigili del fuoco provinciali che, da Mantova hanno inviato una squadra e una da Castiglione. A supporto inoltre un’autobotte ed un’autoscala.

L’intervento alla fine si è risolto in poche decine di minuti per avere ragione delle fiamme. Che avendo intaccato parte del tetto trasparente, costituito da policarbonato, ha avuto necessità di essere verificato. Secondo le prime informazioni, non vi sarebbero problemi strutturali. Se sarà confermato dai funzionari dei Vigili che sempre ieri sera hanno proseguito il sopralluogo, per la Marcegaglia si tratterà unicamente di sostituire il sistema di aspirazione dei fumi e parte del tetto del reparto. La linea di decapaggio resterà per questo ferma sino a che non verrà ripristinata totalmente la funzionalità.

Un evento quindi sostanzialmente limitato, anche se alla fine ha provocato la messa in fermo della linea di decapaggio, ma che ha dato prova della tempestività ed efficacia di intervento delle squadre interne, che hanno potuto limitare i danni. Sul posto, ieri sera, oltre al personale in turno, anche il direttore dell’impianto, l’ingegner Stefano dall’Acqua. 
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi