Mattarella premia Francescon per il suo aiuto alla ricerca

Dopo il focolaio Covid di agosto grazie alla vendita di meloni l’imprenditore di Rodigo ha donato 110mila euro  alla lotta contro il cancro

RODIGO. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha consegnato al Quirinale, nel corso di una cerimonia ufficiale, il premio “Credere nella ricerca” a Bruno Francescon, titolare dell’omonima azienda agricola leader italiana nella produzione di meloni. Alla base della scelta, la decisione dell’azienda di sostenere attivamente la ricerca sul cancro, e in particolare il maggior istituto nazionale, l’Airc (Associazione italiana per la ricerca sul cancro) al quale l’azienda rodighese ha consegnato 110mila euro, frutto di una campagna di vendita solidale effettuata la scorsa estate.

Tutto è nato quando Airc e Francescon sono venuti a contatto. «Ci siamo cercati a vicenda – spiega il titolare – da tempo puntiamo sulla responsabilità sociale d’impresa, loro cercavano un partner per le campagne di raccolte fondi anche d’estate, visto che d’inverno propongono l’Arancia solidale. Per questo hanno individuato il melone, frutto sano e naturale». Ma non si fa i conti con il Covid. «A inizi agosto, quando eravamo in promozione con il melone solidale, abbiamo avuto problemi di contagi in azienda. Ma nonostante le difficoltà non ci siamo tirati indietro e abbiamo portato a termine la campagna, raccogliendo 110mila euro, poi consegnati ad Airc. Questo anche grazie ai nostri dipendenti, che sono tornati tutti a lavorare, e poi all’Ats e ad Alberto Righi, all’assessore regionale Rolfi che con buon senso ci hanno consentito di proseguire in sicurezza l’attività. Permettendo di non mettere in ginocchio tanti fornitori e di portare a termine questa azione di solidarietà». Azione che il Capo dello Stato ha voluto premiare. 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi