Fiamme in uno stabile Marcegaglia: resta chiusa l’area danneggiata

Intaccato il sistema di aspirazione dei fumi nel capannone dove avviene la pulizia dell’acciaio

GAZOLDO. Resta chiusa ancora per qualche giorno l’area di decapaggio della Marcegaglia, interessata domenica sera 25 ottobre da un incendio. Danneggiato, in particolare il sistema di aspirazione dei fumi nel capannone dove avviene la pulizia dell’acciaio, il cosiddetto decapaggio. «Un incendio di limitate proporzioni - spiegano dall’ufficio stampa dell’azienda - spento quasi subito dalla nostra squadra antincendio. In ogni caso è ora necessario verificare i danni alle macchine; in funzione di questo si valuteranno i tempi per ripristinare l’impianto di aspirazione fumi. Nel frattempo, l’intera area deve restare chiusa».



Il rogo si è sviluppato prima delle 21. Forse a causa di una scintilla, si sono sviluppate delle fiamme che si sono poi estese nel condotto di aspirazione fumi, costituito in materiale plastico duro, tale da non essere intaccato dai fumi acidi. Proprio questa caratteristica ha reso complesso lo spegnimento che è stato eseguito in un primo tempo dalle squadre antincendio interne, poi concluso da una squadra dei vigili del fuoco di Castiglione. A supporto inoltre un’autobotte e un’autoscala. L’intervento alla fine si è risolto in poche decine di minuti per avere ragione delle fiamme, che avendo intaccato parte del tetto trasparente, costituito da policarbonato, ha avuto necessità di essere verificato. Secondo le prime informazioni, non vi sarebbero problemi strutturali. Danni, quindi, relativi in particolare all’impianto di aspirazione che forse dovrà essere sostituito.


 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi