Tea: Mantova con Verona e Cremona per la depurazione fanghi senza più emissioni

Obiettivo: studiare, progettare, compiere iniziative e investimenti sperimentali per il trattamento dei fanghi di depurazione 

MANTOVA. Un accordo interprovinciale per studiare, progettare, compiere iniziative e investimenti sperimentali per il trattamento dei fanghi di depurazione. È quello siglato tra i gestori del servizio idrico integrato di Cremona, Padania Acque, Mantova, Gruppo Tea, e Verona, Acque Veronesi. L'intesa, che mette al centro la ricerca e lo sviluppo di soluzioni efficienti e alternative allo smaltimento tradizionale dei fanghi mediante spandimento in agricoltura e conferimento nei termovalorizzatori, si inserisce nel protocollo “Acque e città della via Postumia Cremona, Mantova e Verona”.

Le tre società lavoreranno insieme alle Università, agli enti di ricerca e alle aziende pubbliche o private italiane e straniere leader del settore di gestione dei fanghi. «Si tratta di una sperimentazione molto importante - ha spiegato Massimiliano Ghizzi, presidente di Tea - tracciata nel solco dell’economia circolare che vede Tea al fianco delle altre due società pubbliche del servizio idrico di Cremona e Verona, in collaborazione con il polo universitario di Parma. È una prima applicazione “sul campo”, dalla quale ci attendiamo risultati significativi, che consentiranno di ottenere energia, calore e altri prodotti industriali, a impatto zero, senza emissioni in atmosfera. L'impegno di Tea verso un percorso sempre più sostenibile trova in questa iniziativa nuova ed efficace testimonianza».

Soddisfazione per l’accordo è stata espressa anche dal presidente di Padania Acque, Claudio Bodini, e dall’amministratore delegato, Alessandro Lanfranchi, come da Roberto Mantovanelli, presidente di Acque Veronesi.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Ibrahimovic a casa di Berlusconi: "Sono qui per insegnargli come si gioca a calcio"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi