Il saluto del prefetto di Mantova Bellantoni: «Ho cercato di salvaguardare gli interessi di tutti»

MANTOVA. «Dopo quasi due anni di permanenza in questa splendida provincia, lascio, non senza dispiacere, questa terra, per assumere, il prossimo 3 novembre, le funzioni di prefetto di Brindisi.

Nel corso di tale periodo, ho cercato di informare la mia attività di rappresentante del governo al perseguimento della legalità e degli interessi della comunità provinciale, così come mi ero impegnata a fare fin dal momento del mio arrivo.

Spero di esservi riuscita, sebbene non con soluzioni facili e immediate, ma lavorando tanto nell’interlocuzione istituzionale e per la mediazione, per salvaguardare gli interessi di tutti, anche quando, nei momenti terribili trascorsi nei primi mesi del 2020, abbiamo dovuto affrontare, insieme, cittadini e istituzioni, per primi in Europa, la dura prova della pandemia ancora in corso.

Non avrei potuto pienamente adempiere a questo compito se non con l’aiuto delle autorità, dei dirigenti degli enti ed uffici pubblici della provincia e dei sindaci, che devo tutti ringraziare per la concorde e comune azione svolta nei più diversi settori di attività, anche in questo difficile anno.

Ai responsabili provinciali delle forze di polizia e dei vigili del fuoco ed agli uomini e le donne dei rispettivi comandi, come anche delle polizie locali, va, poi, il mio più sentito riconoscimento per l’efficace opera svolta a tutela della sicurezza del territorio e per la quotidiana e fattiva collaborazione prestata in ogni momento.

Desidero, infine, far pervenire i miei più cordiali saluti al ministro Bonetti - che ringrazio per il Suo sentimento di vicinanza alla prefettura - ai parlamentari, a tutte le autorità civili, militari e religiose ed ai rappresentanti delle categorie economiche, delle organizzazioni sindacali, del mondo della cultura e degli organi di informazione.

Non ultimi i miei collaboratori, che, in questo periodo di vita mantovana, mi hanno assistita ed efficacemente coadiuvata.

Con l’auspicio che questo periodo segnato dalla pandemia diventi al più presto solo un ricordo, auguro a tutta la comunità mantovana un civile e sereno progresso, formulando un “arrivederci” affettuoso ed un sincero “grazie” per quanto questo territorio mi ha dato sia in termini umani che professionali».

La guida allo shopping del Gruppo Gedi