Scoperta e denunciata la ladra che abbraccia

I militari, che già da tempo stanno svolgendo una continua campagna di sensibilizzazione su questo fenomeno criminale che vede come vittime soprattutto le persone anziane, grazie anche alla descrizione fornita dalla vittima e da altri elementi raccolti nell’ambito delle indagini sono arrivati all’identificazione della donna

OSTIGLIA. Esperta nella tecnica del furto con l’abbraccio, stavolta tra le braccia dei carabinieri è finita lei. I militari di Ostiglia, hanno identificato e denunciato una donna romena, residente al campo nomadi di largo Nigrisoli a Bologna, per un colpo messo a segno lo scorso 4 ottobre.

I militari, che già da tempo stanno svolgendo una continua campagna di sensibilizzazione su questo fenomeno criminale che vede come vittime soprattutto le persone anziane, grazie anche alla descrizione fornita dalla vittima e da altri elementi raccolti nell’ambito delle indagini sono arrivati all’identificazione della donna, già gravata da numerosi precedenti specifici e da misure di prevenzione personali. Sono tutt’ora in corso altre indagini per identificare eventuali complici. Il furto con abbraccio è una tecnica criminale in grande espansione. Le donne chiedono un’informazione e poi abbracciano la persona: sfruttando il contatto fisico sfilano via gioielli e orologi.
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi