Basket e video: valanga di premi per il corto del team Dosoloso

Visibile su Youtube, sta facendo il giro del mondo la clip della squadra sponsorizzata dalle pompe funebri. Nel video Gesù sfida la morte 

DOSOLO. “The greatest basketball fight”, cortometraggio realizzato dal Dosoloso team, sta facendo il giro del mondo: il video è stato infatti ammirato nei mesi scorsi in vari festival specializzati in Turchia, Regno Unito, Israele, Russia, Svizzera, India, Stati Uniti. Alla rassegna californiana di La Jolla (San Diego), che vanta come testimonial il popolare attore George Clooney, la clip si è aggiudicata addirittura un premio speciale nella sezione “Experimental”, mentre al festival di Roma (Rome International Movie Awards) si è imposta nella categoria “Best Fantasy”, unica produzione italiana premiata assieme a “Being at home with Claude” di Giuseppe Bucci. E proprio nei giorni scorsi, il cortometraggio ha meritato una nuova soddisfazione: un premio a Venezia, al Venice Film Awards. Tre riconoscimenti in due mesi.

Ideato, scritto e diretto dall’estroso Michele Fadani, cestista del team e appassionato film-maker viadanese, il film (visibile sul canale youtube “Il Dosoloso”) mette in scena in otto minuti, con umorismo, poesia e un po’ di spirito dissacratore, “la più grande sfida cestistica” mai disputata: quella tra la Morte e Gesù Cristo in persona. Gli attori sono gli atleti del Dosoloso, squadra di basket amatoriale – iscritta al Csi di Mantova - già nota alle cronache nazionali perché, sponsorizzata dalla Millenium, impresa di pompe funebri del territorio, riproduce sulle divise da gioco la classica tenuta (camicia bianca, giacca e cravatta neri) da becchino. Nella realizzazione del film, grazie all’interessamento di due organizzazioni attive nel sociale (Comitato viadanese di solidarietà gruppo “Ciao ci vediamo domani” e cooperativa Il Ponte), sono stati coinvolti pure alcuni giovani e adulti disabili della zona.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi