Buio, scarsa visibilità e auto che sfrecciano: «Strada pericolosa»

I residenti di Grole segnalano i rischi crescenti sulla Sp 12. Il Comune: «Ipotesi di intervento, ma tocca alla Provincia»

CASTIGLIONE DELLE STIVIERE . Un’altra strada provinciale, la Sp 12, preoccupa sul fronte della sicurezza e alcuni cittadini lamentano una situazione sempre più ingestibile. Dopo il caso della Sp 83, la strada che collega Castiglione a Desenzano, lungo la quale un velox entrerà in funzione da questo pomeriggio, ora sono gli abitanti della frazione di Grole, toccata dalla Sp 12, a lamentare una situazione di scarsa sicurezza, destinata in futuro a farsi ancora più critica.

Lungo questa provinciale c’è una lunga fila di auto parcheggiate giusto sul ciglio della strada. In quel pezzo, in particolare, c’è l’ingresso di un’attività commerciale e soprattutto, c’è una zona residenziale; fra pochi mesi, poi, ci sarà anche una nota attività industriale castiglionese che aprirà la sua nuova sede accanto a queste.


Non solo: all’inizio e alla fine dell’area occupata da queste realtà, tutte contigue, ci sono i due ingressi alla frazione. Oltre agli incroci e alle auto parcheggiate ai lati della strada c’è, inoltre, il problema del buio, dato che questa zona è scarsamente illuminata.

Gli abitanti della frazione denunciano questa situazione di insicurezza che mette in pericolo chi esce e chi entra nella frazione, chi deve salire o scendere dalle auto e, soprattutto, chi passa in quel tratto e che rischia, data l’alta velocità, di travolgere le persone o toccare le auto parcheggiate sul ciglio della Sp 12.

Da tempo l’amministrazione Volpi ha segnalato il problema alla Provincia, prima con il vicesindaco Andrea Dara, che ha seguito la vicenda due anni fa, e ora con l’assessore Michele Falcone: «Abbiamo scritto più volte all’ufficio tecnico della Provincia chiedendo un sopralluogo per decidere il da farsi. Nessuno è ancora venuto. Stiamo sollecitando perché sappiamo che si tratta di un tratto di strada molto pericoloso. Abbiamo in mente alcune soluzioni ma la competenza è dalla Provincia e dobbiamo operare in sinergia con loro. Tuttavia, senza sopralluogo diventa difficile procedere».

Poco più avanti del tratto in questione c’è uno speed check che di fatto non serve a spaventare le auto che sfrecciano. Con l’arrivo, poi, del personale della nuova ditta, aumenterà in modo sensibile il traffico e gli ingressi e le uscite sulla provinciale. Insomma, le cose potranno solo peggiorare. —

 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi