L'iniziativa del bar: consegna a domicilio dei cocktail sottovuoto

L’idea è venuta al titolare del Bellavita di Acquanegra. Ma è in edizione limitatata con piccoli omaggi

ACQUANEGRA. Cocktail in buste sottovuoto, con edizioni limitate e piccoli omaggi. È questa una delle strategie che il bar Bellavita di via Canneti ad Acquanegra sul Chiese ha messo in atto per cercare di poter lavorare a fronte di questa nuova chiusura che penalizza, spiega il titolare Marco Arnoldi, «soprattutto la mia categoria, quella cioè di chi ha bar che lavorano nel serale. Il primo lockdown è stata dura e ora non lo è da meno, se si considera che il mio locale non ha un estivo e il mio guadagno è al 70% in inverno e nella fascia serale».

E così, a fronte dello sconforto, si aguzza l’ingegno. «Ho fatto ricerche e già durante il primo lockdown, sulla Rete. Ho visto che in Inghilterra esisteva questa opzione, e cioè preparare il cocktail, imbustarlo, raffreddarlo e consegnarlo. Mi sono attivato, dopo aver chiesto all’Asl tutto quello che serviva per agire nella legalità e rispettare le norme igieniche». L’idea è quella di utilizzare sacchetti di plastica specifici per alimenti. Il cocktail viene preparato e, nella parte bassa viene versato il liquido, «mentre nella parte superiore metto la frutta e le guarnizioni. L’idea è piaciuta e così mi sono inventato anche le limited edition, e cioè cocktail con piccoli gadget, tipo caramelle gommose o salatini, che hanno avuto un buon riscontro».


Le foto e le idee di Arnoldi girano sui social (sulla sua pagina Facebook e sul profilo marcomojito1983 su Instagram) dove si possono vedere alcune delle sue composizioni: «Dal momento dell’ordine, dopo la preparazione e la messa sottovuoto della bevanda, ho 20 minuti per fare la consegna. Mi sono attrezzato, dunque, con un macchina per mettere sotto vuoto e con un frigo in auto per le consegne». –

l. c.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Video del giorno

Covid, Brusaferro: "Ecco le differenze tra l'epidemia oggi e un anno fa senza vaccini"

La guida allo shopping del Gruppo Gedi