Ponte senza guard rail e strade a pezzi: protestano i cittadini di Viadana

I residenti delle frazioni nord sollecitano gli enti competenti: «Stop ai rimpalli di responsabilità, si risolvano i problemi»

VIADANA. «Si sistemi il ponte all’ingresso di Cavallara»: il guard-rail praticamente non esiste più, col rischio che qualcuno finisca nel canale sottostante. La barriera era disastrata già da un po’ di anni; ma è probabile che abbia ricevuto di recente qualche nuovo urto da parte di mezzi in transito, poiché il cantiere per l’estensione della rete fognaria aveva comportato la restrizione della sede stradale. I residenti sperano di non assistere a rimpalli di responsabilità: «Gli enti competenti, se necessario, dialoghino».

Quel tratto di strada è comunale, ma posto all’incrocio con una provinciale, in prossimità di un corso d’acqua di competenza del consorzio di bonifica. Nei giorni scorsi, intanto, il cantiere per la rete fognaria è stato completato: c’è il nuovo asfalto, ed è stata realizzata la nuova segnaletica orizzontale nel centro abitato di Cavallara.


«Dispiace ancora – nota il cittadino Giuseppe Barosi – per il fatto che tutta la terra escavata sia stata portata via. Poteva essere riutilizzata qui per ampliare la rampa arginale della Tarantola, visto che sempre più mezzi pesanti la percorrono. Oppure poteva essere immagazzinata: altri enti, come la Provincia di Cremona, lo fanno».

Barosi domanda inoltre se e quando il Comune procederà coi promessi tagli delle piante e allargamento della sede stradale in via Pecorara (l’arteria che attraversa l’abitato di Cavallara), e se ci sono novità per quanto riguarda la progettazione della bretellina che dovrebbe togliere il traffico pesante dal paese.

Dalle frazioni nord al confine col Casalasco: anche qui si segnala la necessità di mettere in sicurezza le strade. Il tratto cremonese della Gronda Nord, quello che corre dietro l’ospedale Oglio-Po, appare ormai dissestato e sgretolato, con buche che diventano laghi. Quel lotto della Gronda (la strada a scorrimento veloce Viadana-Casalmaggiore) era stato realizzato per primo stante l’urgenza di consentire ai mezzi pesanti di by-passare l’abitato di Vicomoscano; ma le condizioni manutentive sono tali per cui molti automobilisti e autotrasportatori preferiscono ormai evitarlo, e percorrere invece la vecchia Castelnovese tornando ad attraversare il paese.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi