Contenuto riservato agli abbonati

Corneliani avvia la nuova produzione e chiede più tempo per il concordato

Rientro-bis in fabbrica: ora si lavora alla primavera-estate. In tribunale la domanda di proroga: il piano a metà gennaio

MANTOVA. Dopo 40 giorni di fermo e cassa integrazione Covid, in Corneliani riparte la produzione per la collezione primavera/estate 2021. E mentre si aspetta l’arrivo dei capitali statali assicurato dal Mise entro fine anno, l’azienda prende tempo e chiede al tribunale due mesi in più per depositare il piano di concordato. La crisi della casa di moda non è ancora risolta, le incognite non mancano così come le nubi che incombono sul futuro del settore tessile, ma la fotografia del momento racconta di un altro passo avanti verso il salvataggio di un’azienda emblema del made in Italy con i suoi oltre 500 posti di lavoro.

Dopo la prima “missione compiuta” di agosto che aveva visto via Panizza raggiungere gli obiettivi della...

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Gazzetta di Mantova la comunità dei lettori

Video del giorno

Calabria, il video del salvataggio di 339 migranti a bordo di un peschereccio

La guida allo shopping del Gruppo Gedi